Petrachi si lamenta dopo Roma-Cagliari, Mentana: "Un piagnisteo"

Commenti()
Enrico Mentana ha commentato le lamentele di Gianluca Petrachi dopo Roma-Cagliari: “Il giocatore avversario è uscito dal campo in barella”.

Quello di Roma-Cagliari è stato un finale quanto mai convulso. A rendere il clima incandescente all’Olimpico è stata la decisione del direttore di gara Massa, di annullare a pochi minuti dal triplice fischio finale, una rete realizzata da Kalinic che sarebbe valsa il 2-1 e con ogni probabilità i tre punti.

Il goal dell’attaccante croato non è stato assegnato perché l’arbitro ha ravvisato una spinta ai danni del difensore cagliaritano Pisacane, e la cosa ha dato il via ad un vortice di polemiche che di fatto non si è ancora placato.

Se in primissima battuta è stato Paulo Fonseca ha lamentarsi in maniera così energica da meritarsi l’espulsione, in seguito è stato il Gianluca Petrachi a sfogare tutta la rabbia sua e del club giallorosso.

Il direttore sportivo della società capitolina ha usato frasi durissime e parlato di una partita falsata, scatenando ulteriori reazioni. Tra coloro che hanno commentato le sue parole, c’è anche Enrico Mentana.

Il noto giornalista direttore del TG LA7, attraverso la sua pagina Facebook, ha etichettato l’intervento post gara di Petrachi come un piagnisteo.

“Ho assistito al piagnisteo post partita del dirigente di una società importante dopo un gol secondo lui ingiustamente annullato. Molto opinabile, ma legittimo. Quello che non è accettabile è sentire che il calcio "non è uno sport per signorine, non è la danza classica". Tutto questo peraltro dopo che un giocatore della squadra avversaria era stato portato via in barella con la maschera ad ossigeno".

Chiudi