Lucarelli gli scrive, Ghirardi risponde: "Estraneo al fallimento del Parma"

Commenti()
Getty Images
Sfida fra Parma e Brescia in B, Lucarelli scrive a Ghirardi: "Vieni, così possiamo ringraziarti". Lui risponde: "Io estraneo al fallimento".

Si annuncia una sfida rovente quella in programma domenica pomeriggio al Tardini fra Parma e Brescia e valevole per la 3ª giornata del campionato di Serie B . Al di là della situazione di classifica, che dopo 2 turni vede i ducali in vetta e le Rondinelle in coda, a surriscaldare il clima fra le due società è stata qualche settimana fa la ricomparsa in pubblico dell'ex patron ducale Tommaso Ghirardi accanto al nuovo presidente dei lombardi, Massimo Cellino .

La situazione ha suscitato la reazione del capitano del Parma, Alessandro Lucarelli , che ha così deciso di scrivere su Facebook una lettera al contempo amara e ironica al suo ex presidente. "Caro Presidente - ha scritto il quarantenne gialloblù -  per te domenica sarà sicuramente un derby speciale tra la squadra della tua città e quella a cui hai fatto un gran bene".

"Sì del bene - ha ribadito Lucarelli - perché quale tifoso non vorrebbe vedere la propria squadra fallire a metà campionato, quale tifoso non vorrebbe che la propria squadra venisse sommersa di debiti e derisa da tutta Italia, quale tifoso non vorrebbe farsi un bel campionato di serie D e passare dalle sabbie mobili della Lega Pro". 

"Mi dispiace solo che tu sia andato via presidente, - attacca l'esperto difensore - perché avresti potuto vantarti come piaceva fare a te di aver riportato il "Parma dove gli compete", ma tu non sei così, a te piace fare del bene e scappare cosi da lasciare in tutti un ottimo ricordo".

"Per questo motivo - prosegue il giocatore gialloblù - ti invito ufficialmente allo stadio a vedere la partita cosi che possiamo ringraziarti di persona. Se accetti ti chiedo solo una cortesia... Veni in anticipo,perché saremo in tanti. In prima fila metto i dipendenti che hai lasciato senza lavoro, a seguire i fornitori per ribadirgli che hai saldato tutte le loro spettanze, i tifosi ed una città intera che hai umiliato davanti a tutta italia ed infine i calciatori lasciati senza contratto".

A Lucarelli però in serata ha prontamente risposto proprio Ghirardi tramite una nota : "Il signor Tommaso Ghirardi - anche in risposta al recente post del giocatore Alessandro Lucarelli ripreso da alcune testate e siti internet sportivi - desidera rendere alcuni chiarimenti. Il signor Ghirardi ritiene di essere estraneo alle vicende che hanno portato al fallimento del Parma Calcio e del resto nessuna Autorità Giudiziaria ha accertato sue responsabilità in merito a tali avvenimenti. A carico del signor Ghirardi pendono indagini e si è in attesa che la giustizia possa fare il suo corso, lontano dal clamore mediatico.

Il Signor Ghirardi ritiene che la responsabilità esclusiva del crac del Parma Calcio sia da ascrivere proprio a Rezart Taci nei cui confronti ha per tale ragione instaurato un giudizio presso il Tribunale di Milano, ad oggi pendente. Quanto infine all'invito di Alessandro Lucarelli, il signor Ghirardi non può che declinarlo, esprimendo l’amara constatazione di essere destinatario di un tentativo di linciaggio mediatico che considera vile e inutile".

Lucarelli in ogni caso ne ha anche per l'ex Amministratore delegato  Pietro Leonardi , tanto che rivolgendosi ancora a Ghirardi scrive: "Un ultima cosa ti chiedo, - ha concluso Lucarelli - se ti avanza un posto in macchina porta con te l'amico di Roma, perché penso sia giusto riconoscere anche a lui la bontà del lavoro svolto... Ma mi raccomando, prima di uscire dalla tribuna provate a passare davanti a quel mezzo busto che troverete nell'atrio... Leggete bene il nome magari potrebbe insegnarvi qualcosa... Ma evitate di passare davanti al museo perché nei 104 anni di storia, nonostante il bene che ci avete fatto, voi non ci siete".

L'ex numero uno del Cagliari Massimo Cellino aveva prima riabilitato verbalmente l'ex proprietario del club gialloblù Tommaso Ghirardi, fra i principali responsabili del fallimento della società emiliana nel 2015 (per il quale aveva ricevuto un'inibizione), per poi portarlo al suo fianco in tribuna in occasione dell'amichevole contro l'Orsa Iseo.

Chiudi