Notizie Risultati
Europa League

Paredes nostalgico: "Tutto bene allo Zenit, ma la Serie A mi manca"

17:53 CET 13/03/18
Leandro Paredes Zenit
Paredes: "Allo Zenit mi trovo bene, Mancini è stato decisivo per la mia scelta. Nei tre anni in Italia sono cresciuto tanto, la Serie A mi manca".

Tra i punti fermi dello Zenit San Pietroburgo di Roberto Mancini c'è sicuramente il centrocampista argentino Leandro Paredes. Ai taccuini di 'Extratime' ha raccontato come sta andando questo sua prima stagione in Russia.

L'ambiente e la squadra lo soddisfano, peccato solamente per il grande freddo. "Allo Zenit mi sono sentito importante fin dal momento del mio arrivo. La città è bella, in squadra mi trovo bene. Tutto per il momento sta andando per il verso giusto. Peccato solo per il tanto freddo".

L'addio all'Italia è stato forzato, i giallorossi volevano vendere, ma solo a compagini europee. "La Roma aveva bisogno di soldi ma ha messo il veto su una cessione in Italia, non voleva rinforzare le rivali. Si è presentata l'occasione dello Zenit ed ho detto sì. Mancini è stato determinante nel farmi prendere la decisione di accettare".

La Serie A gli è rimasta nel cuore e non nega di sentirne la mancanza. "Per adesso sto pensando solamente a migliorare ed a fare bene con lo Zenit, ancora ne ho strada da percorrere. Sto bene e vorrei continuare qui. Sento però la mancanza del campionato italiano, dove ho trascorso 3 anni che sono stati fondamentali per la mia crescita. Sento ancora molti miei compagni della Roma".

Chiusura sui mondiali di Russia 2018, che gli piacerebbe giocare con la maglia dell'Albiceleste. "Mi piacerebbe partecipare ai mondiali in Russia con la maglia dell'Argentina, ma tutto passa dalle prestazioni con lo Zenit. Lotterò con tutte le mie forze per ottenere la convocazione".