Ombre sul futuro di Kean, spunta il padre: "Juventus, mi hai promesso i trattori!"

Commenti()
Getty
Biorou Kean, padre di Moise, parla a 'Tuttosport' e svela: "Raiola dice che è il procuratore di mio figlio, ma io non gli ho mai dato la procura".

È stata una stagione da incorniciare per Moise Kean, primo classe 2000 ad esordire in Serie A e a trovare anche il goal. Tutto perfetto, se non fosse per quella piccola macchia del cucchiaio su rigore con il quale ha contribuito all'eliminazione della Juventus Primavera dalle final eight.

Ai microfoni di 'Tuttosport', un'intervista del padre rischia però di riempire di ombre il suo futuro e la fatidica firma sul contratto da professionista. Queste le parole di Biorou Jean Kean: "La Juventus ha proposto un contratto da 700 mila euro all’anno per mio figlio. Però in passato, quando su richiesta del club ho impedito che Raiola portasse Moise in Inghilterra, mi era stato promesso un aiuto per tornare in Africa".

"In Costa d’Avorio possiedo parecchi ettari di terreno che vorrei avviare alla coltivazione di riso e mais. Io sono un agronomo, ho lavorato nelle risaie vercellesi, ho chiesto che mi fosse dato del materiale agricolo".

E per finire con il botto: "La Juventus rischia davvero di perderlo a zero euro se non si firma prima il contratto. A proposito di firme, Raiola dice che è il procuratore di mio figlio, ma io non gli ho mai dato la procura... Anzi, se fosse dipeso da me avrei scelto un altro agente che seguisse Moise".

In realtà qualche settimana fa la madre di Kean, Isabelle, raccontava alla 'Gazzetta dello Sport' della procura di Raiola: "Mino un paio d'anni fa è venuto a trovarmi e mi è piaciuto subito. È molto umano, sono sicurissima che farà il meglio per Moise".

Secondo quanto scrive oggi la 'rosea', una volta firmato il rinnovo fino al 2020 (padre permettendo...), Kean dovrebbe partire in prestito con due possibili destinazioni: come si sa, Raiola spinge per l'Olanda, mentre in Serie A vorrebbe portarselo a casa il neo promosso Verona.

Chiudi