Notizie Risultati Live
Serie A

Numeri primi - Roma, stagione super per Edin Dzeko: la rinascita di un bomber

16:08 CET 18/02/17
Edin Dzeko Roma Cagliari Serie A 22012017
Demolendo ogni critica, il centravanti bosniaco della Roma è il giocatore più prolifico del campionato italiano in tutte le competizioni stagionali.

Che potesse solamente migliorare dopo una stagione in ombra e piena di paure se lo aspettavano un po’ tutti; ma che potesse addirittura arrivare a poco oltre metà stagione con 28 goal segnati con la Roma, era pura utopia. Edin Dzeko, l’uomo che lo scorso anno aveva trovato la rete solo 10 volte, demolisce ogni critica sul suo conto diventando il giocatore più prolifico del campionato italiano in tutte le competizioni stagionali a sette lunghezze dal primo inseguitore, Gonzalo Higuaín, e dietro solamente a Cavani e Messi allargando il discorso ai cinque principali campionati europei.

Extra Time - Veronica Ciardi, la musa di Bernardeschi

Capocannoniere in Serie A con 18 centri, capocannoniere in Europa League con 8 reti, frutto di due triplette e una doppietta nelle ultime quattro gare disputate in questo torneo. Un cammino del genere il bosniaco non lo ripeteva dalla stagione 2009/10 con la maglia del Wolfsburg, quando chiuse l’anno con 29 goal. Un traguardo possibile, come sembra possibile raggiungere e magari superare il suo record di 36 goal in una stagione nell’anno 2008/09, sempre in Germania, sempre col Wolfsburg, il suo trampolino di lancio per il grande calcio europeo.

Contro il Villarreal il bosniaco ha dato prova di precisione e fiuto del goal: cinque tiri nello specchio (nessun giocatore ha fatto tanto nell’andata degli ottavi di questa Europa League), e tre goal fatti di classe e movimenti da bomber puro.

Primo per numero di tiri (160) e tiri nello specchio (79) in questa stagione tra i giocatori delle cinque maggiori leghe europee, Dzeko è il calciatore più pericoloso in circolazione, quello che più volte chiama i portieri avversari ad intervenire.

Una perfezione che trova la sua incompiutezza nel non essere sempre lucidissimo in fase conclusiva, con la sua percentuale realizzativa che naviga sul 20% (un goal ogni 5 tiri), e con un plotone di 47 giocatori che in Europa sono stati più cinici di lui. Una debolezza che trova conferma poi nel numero di chiare occasioni da goal sciupate, 29 (meno del solo Cavani), ma che riporta questo giocatore su una dimensione più umana.

D’altronde, più spesso si tira più occasioni si hanno per fare o non fare goal; e resta il fatto che tra doppiette, triplette, e rigori calciati alle stelle Dzeko sia stabilmente l’attaccante più prolifico in Italia.