Niente ritiro, Cassano resta al Verona: “Ho avuto un momento di debolezza”

Commenti()
Hellas Verona
Antonio Cassano non lascia il Verona, il giocatore spiega: "Ho avuto un momento di debolezza, prendere la decisione di pancia era una c******".

Nessun colpo di scena in casa Verona: Antonio Cassano non si ritira. In giornata era circolata la clamorosa voce, ma l'attaccante ha fatto ancora dietrofront decidendo di restare in gialloblù.

Intervenuto ai microfoni dei giornalisti, Cassano ha fatto chiarezza sul clamoroso caso: "Ho avuto un momento di debolezza, volevo staccare un attimo, ma la mia volontà è di continuare a giocare. La decisione di pancia era una c****** clamorosa. Non dovevo andare via per un'altra squadra, mi sarei ritirato per la mia famiglia. Se i tifosi si sono sentiti offesi chiedo scusa".

Dubbi superati dunque, Cassano si è convinto di continuare la sua nuova avventura: "Voglio continuare con questa sfida e sono convinto al 100% che la vincerò. Sono qui per fare l'ennesimo miracolo della mia carriera. Sono stato un anno a casa e mi ero abituato a stare con i figli, questi giorni mi hanno fatto venire un po' di nostalgia. Ma voglio dimostrare che la scommessa la vinco io, voglio fare una stagione super".

Il confronto decisivo è stato con la compagna: "Mia moglie mi ha detto 'non possiamo non vederti giocare io e i bimbi'. Questa frase mi ha emozionato e mi ha dato una gran voglia. Difficilmente chiedo scusa, ma visto che in questa settimana sono venuti in massa per chiedermi autografi, credo che in questo caso sia doveroso".

L'articolo prosegue qui sotto

"La decisione che ho preso è fortemente voluta, quando si inizia a crescere si fanno scelte con il cuore invece che con la pancia. Io posso ancora dare tanto, se sono qua per mettermi in gioco per l'ennesima volta, capisco che la motivazione è molto grande. Ho perso 7 chili dopo un periodo di inattività. Con due giocate faccio dimenticare tutto, ci divertiamo quest'anno", ha aggiunto 'Fantantonio'.

Allarme rientato dunque in casa Verona: la 'flessione emotiva' di Cassano aveva spaventato tutti a soli 8 giorni dalla firma con il club gialloblù. Poi il confronto con la moglie e l'ulteriore passo indietro. L'ultima 'cassanata' è servita: Fantantonio è tornato.

Chiudi