Neymar a Goal: "Non so dire cosa rende Messi il migliore di tutti"

Commenti()
Getty
Neymar, parlando in esclusiva a Goal, esalta Lionel Messi: "Vivere al suo fianco mi ha reso un professionista migliore. E' un idolo".

Lionel Messi è da molti considerato il miglior giocatore del pianeta. Nel corso della sua carriera infatti, ha fatto vedere cose che mai si erano ammirate su un campo da calcio, il tutto vincendo tutto quello che si può desiderare con la maglia del Barcellona.

Neymar, altra stella della compagine blaugrana, non ha lesinato parole importanti per il suo compagno di squadra ma, ha ammesso che è quasi impossibile individuare ciò che realmente rende l’argentino il più forte di tutti.

Il fuoriclasse brasiliano, che ha risposto in esclusiva a Goal a delle domande inviate via mail lo scorso martedì 18 luglio, ha confermato come a suo dire non possono esserci al mondo altri giocatori considerabili al livello del 10 blaugrana: “Non posso dire cosa realmente rende Messi il migliore al mondo. Lui è semplicemente eccezionale, è veloce, intelligente, un grande marcatore che può dribblare come nessuno in velocità o in spazi brevi. E’ semplicemente magico!”.

Neymar, Barcelona presser

E’ anche generoso, non ha che il desiderio di essere il migliore, ma ti offre tante opportunità per brillare. Vivere al fianco di Messi mi ha reso un professionista migliore”.

Vederlo allenarsi, vederlo nello spogliatoio, vedere con quale serierà affronta ogni sfida mi ha aiutato a crescere. Sono fortunato ad averlo come amico e come idolo!”.

L'articolo prosegue qui sotto

Messi e Neymar hanno giocato tante indimenticabili partite insieme, la più recente delle quali può essere considerata quella nella quale il Barcellona ha travolto 6-1 il PSG, compiendo una delle più grandi rimonte di ogni tempo.

Abbiamo avuto tante storie curiose fuori dal campo, ma nulla è paragonabile alle nostre vittorie con il Barcellona. Ricordo quella gara di ritorno con il PSG, nulla di quello che può accadere al di fuori del campo può superare la gioia di quel momento. Ci siamo abbracciati, abbiamo festeggiato con i nostri tifosi dopo la partita, è stato grandioso”.

 

Chiudi