Nervi tesi al PSG: Cavani e Neymar quasi alle mani nello spogliatoio

Commenti()
Getty Images
Dopo la partita contro il Lione, la baruffa tra Cavani e Neymar è continuata nello spogliatoio. Secondo L'Equipe i due sono stati divisi da T. Silva.

Sembrava quasi la famiglia del 'Mulino Bianco' dopo il calciomercato estivo ed invece il Paris Saint-Germain si trova a dover affrontare una lotta interna inaspettata. Cavani e Neymar, come ormai sapete, hanno incrinato il loro rapporto durante la vittoria contro il Lione, duellando per battere una punizione ed un calcio di rigore.

Può succedere quando si inseriscono due galli in un pollaio. Ricapitolando quanto successo nella partita incriminata: l'ex attaccante del Napoli ha visto soffiarsi il pallone da Dani Alves in occasione di una punizione, il terzino brasiliano ha poi consegnato la sfera a Neymar, che ha battuto il calcio piazzato. Mentre poco dopo Cavani non ha sentito ragioni, allontanando l'ex Barcellona e battendo un rigore, poi parato da Lopes. 

Oggi 'L'Equipe' continua a fornire altri particolari 'scottanti'. I due giocatori, infatti, sarebbero quasi arrivati alle mani all'interno dello spogliatoio, al termine della gara. A dividerli sono stati Thiago Silva e Marquinhos, che però "patteggiano" evidentemente per il loro connazionale. Cavani ha attaccato Neymar, rinfacciandogli la sua attitudine in campo, mentre l'ex Barcellona non ha perso tempo a mostrare il muso duro. 

Equipe cover

Come se non bastasse, a preoccupare Emery ed il PSG c'è anche il clan dei brasiliani che si è venuto a formare, e che a poco a poco sta prendendo potere nello spogliatoio. Da una parte Neymar, Dani Alves, Thiago Silva, Marquinhos e Lucas; dall'altra parte Cavani e qualche altro scontento come Pastore e Di Maria, che in queste settimane hanno visto il campo da molto lontano. 

Nel mentre Unai Emery ha soltanto commentato così questa faccenda: "I rigori sanno batterli entrambi, ma non deve diventare un problema. Se non si troveranno d'accordo, li alternerò io". Dopo la partita contro il Lione anche Cavani aveva minimizzato: "Sono cose che in campo possono succedere, ma poi finisce tutto. La realtà è che io non ho niente con Neymar".

Per usare un eufemismo, insomma, i due non vanno d'amore e d'accordo e, al netto di un ottimo inizio di stagione, il Paris Saint-Germain ha qualcosa di molto importante di cui preoccuparsi. Adesso tocca soprattutto a Emery e al buon senso dei due calciatori spegnere il fuoco sul nascere, prima che sia troppo tardi...

Chiudi