Notizie Risultati Live
Serie A

Napoli, Milik ribalta le gerarchie: doppia cifra di goal e media da urlo

07:43 CET 30/12/18
Arkadiusz Milik Napoli 2018-19
Arkadiusz Milik ha vissuto un dicembre d'oro: 6 goal in 6 gare complessive con una media da urlo. Così si è ripreso un posto da titolare nel Napoli.

Un mese per cancellare due anni, dimenticare tutte le difficoltà e ripartire. Un mese da 6 goal in 6 presenze tra campionato e Champions League, soprattutto un mese di fiducia ritrovata. Quella che Arkadiusz Milik sembrava aver perso da diverse settimane e che non poteva essere nemmeno recuperata facilmente.

Con DAZN avrai oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

L'attacccante polacco fino a novembre era ben lontano da ogni aspettativa di rilancio che c'era su di lui, nonostante l'immediata voglia di Carlo Ancelotti di credere in lui. Subito titolare nelle prime tre di Serie A, con un solo goal all'attivo e la solita sensazione di incompiutezza. Con Mertens, cannibale, pronto a prendere il suo posto al primo errore, per poi non mollarlo mai.

Milik la concorrenza del belga l'ha subita ancora una volta. Fino a novembre ha realizzato soltanto 4 reti, di cui soltanto un paio decisive. Tutto è cambiato quando l'ex Ajax e Leverkusen ha segnato probabilmente il goal più importante della sua stagione in Serie A, e forse anche per il Napoli: l'1-2 finale a Bergamo, per espugnare a pochi minuti dal termine l'Atleti Azzurri d'Italia.

Da quel momento la stagione di Milik ha preso tutt'altra piega e il suo dicembre è stato più che magico. Ha collezionato 6 presenze tra campionato e Champions League, con 6 reti segnate - tutte in Serie A - e una media di una realizzazione ogni 62 minuti spesi in campo. Per trovare altre 6 reti sue da novembre andando a ritroso, bisogna tornare indietro di altre 16 partite.

Con la doppietta al Bologna, la quinta in Serie A e la seconda contro i felsinei, il 24enne attaccante ha staccato Mertens come miglior marcatore in campionato del Napoli e ha abbassato ulteriormente la sua media realizzativa: ora segna una rete ogni 98 minuti, meglio anche di Cristiano Ronaldo, che ne fa una ogni 117.

Per la prima volta in carriera da quando è a Napoli, ovvero alla terza stagione in azzurro, Milik è anche riuscito a raggiungere il traguardo della doppia cifra di reti. Non gli capitava dall'ultima stagione all'Ajax, la sua migliore. Quella che aveva convinto il Napoli a puntare su di lui. Ora, con questi numeri, ha convinto anche Carlo Ancelotti: dopo i due crociati rotti, Milik ha ritrovato fiducia e continuità per avere un ruolo chiave nella squadra.