Napoli, De Laurentiis duro con Sarri: "Voleva smontarmi la squadra"

Commenti()
Getty
Parole dure nei confronti di Sarri da parte del patron del Napoli De Laurentiis, che si ammorbidisce invece parlando di Cristiano Ronaldo.

Dichiarazioni scoppiettanti quelle che il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha rilasciato durante un'intervista a 'Sky Sport'. Il patron del club partenopeo è stato particolarmente caustico quando ha parlato dell'ex allenatore azzurro Maurizio Sarri, che ha recentemente firmato col Chelsea.

Con DAZN avrai oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

A De Laurentiis non sono piaciute le parole di Sarri, quando l'ex tecnico del Napoli in conferenza stampa ha affermato che nel loro rapporto entrambi hanno commesso degli errori... "Non mi è piaciuto che Sarri abbia detto che abbiamo sbagliato entrambi - ha spiegato De Laurentiis - Io non penso di averlo fatto. Contestarlo sarebbe stata la cosa più facile, per come si stava comportando, rinviando sempre pur avendo un contratto. Io avrei potuto dirgli che aveva un contratto in corso".

"Poi voleva smontarmi la squadra e portarsi i giocatori al Chelsea - ha proseguito De Laurentiis - Ho dovuto fare la voce grossa col Chelsea e con gli avvocati di Sarri per farmi garantire che da qui non si muove nessuno. Ha preso Jorginho, ma solo perché io ho chiesto ad Ancelotti se poteva farne a meno e lui ha detto di sì, perché gli piace Diawara e ha deciso che farà giocare Hamsik più arretrato".

De Laurentiis è poi entusiasta dell'arrivo di Cristiano Ronaldo in Italia... "Con lui la Serie A è ancora più intrigante - ha detto - Sapete che bello battere la Juventus con CR7? Ha portato una bella ventata, l'asse del calcio spagnolo si è spostato in Italia con Carlo Ancelotti e Ronaldo. Sarebbe davvero fantastico battere la Juventus".

Il patron azzurro conferma poi che CR7 venne proposto anche al Napoli... "E' vero, mi sarebbe piaciuto averlo - ha detto - Quando mi ha chiamato Mendes per chiedermi cosa ne pensassi, gli ho però detto che non è per le nostre tasche. Non posso mettere in crisi e far fallire nuovamente il Napoli per Ronaldo".

Chiudi