Napoli, Ancelotti non 'cancella' Sarri: "Non buttiamo via il passato"

Commenti()
Getty Images
Il tecnico del Napoli, Carlo Ancelotti, spiega: “Bisogna considerare le conoscenze dei giocatori, poi a poco a poco porterò le mie idee”.

Quella del nuovo Napoli targato Carlo Ancelotti, è stata una grande partenza in campionato. La compagine partenopea infatti, ha inanellato due vittorie nelle prime due giornate e ambedue in rimonta contro avversari di grande spessore: prima con la Lazio all’Olimpico e poi con il Milan al San Paolo ribaltando una situazione che vedeva i rossoneri in vantaggio di due reti.

Con DAZN avrai oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

L'articolo prosegue qui sotto

Carlo Ancelotti, parlando ai microfoni di DAZN in un’intervista che sarà disponibile sulla piattaforma di streaming live nella giornata di mercoledì, ha svelato come non sia sua intenzione cancellare l’ottimo lavoro svolto da Maurizio Sarri nelle ultime annate al Napoli.

Il tecnico azzurro, ha spiegato: “Bisogna sempre tenere in considerazione ciò che è stato fatto, il livello di conoscenza dei giocatori. E poi ogni allenatore ha le proprie idee, bisogna cercare poco a poco di portarle, senza buttare via ciò che di buono è stato fatto nel passato. Poi la cosa più importante è considerare le caratteristiche dei giocatori: è su quello che si modella il sistema, non viceversa. Il primo aspetto sul quale ho voluto lavorare qui a Napoli è stato appunto questo, non depauperare tutto quello che questa squadra ha di buono. Stiamo cercando di aggiungere qualche accorgimento, come giocare più verticale, più aperto. Non so quanto tempo servirà, spero di fare bene in fretta”.

Carlo Ancelotti ha anche parlato di quella che è stata un’esperienza non conclusasi propriamente nel migliore dei modi al Bayern: “L’esperienza al Bayern è stata un po’ atipica. Le cose non stavano andando male, le partite a settembre le avevamo vinte quasi tutte. Credo lì fosse più un problema di filosofia: loro non volevano cambiare le cose, io sì”.

Chiudi