Notizie Risultati Live
Serie A

Montella non ci sta: "Il Milan meritava di più, Atalanta con troppi falli"

20:42 CET 17/12/16
Vincenzo Montella Milan Atalanta
Dopo il pareggio casalingo contro l'Atalanta, Montella parla così: "I ragazzi sono stati bravi. Da domani comincerò a studiare di nuovo la Juventus".

Dopo la sconfitta subita all'Olimpico contro la Roma, Vincenzo Montella sperava in un risultato diverso oggi per risollevare la testa e continuare a marciare. L'Atalanta di Gasperini si è confermata però ancora una volta avversario più che temibile, non solo per il Milan.

Nel post-partita, Vincenzo Montella ha parlato così a 'Sky Sport': "La squadra ha avuto una bella forza mentale, nel secondo tempo abbiamo giocato solo nella metà campo dell'Atalanta. Meritavamo di più e dispiace, sarebbe stata la ciliegina finale per quanto riguarda quest'anno in campionato. Sono contento dei ragazzi comunque e della prestazione, gli faccio i complimenti".

Montella continua a spiegare: "I numeri dicono tante cose ma poi vanno interpretati. Se guardiamo le ultime due partite ad esempio i numeri e le statistiche non dicono tutto. Oggi avevamo la sensazione che il goal potesse arrivare da un momento all'altro. Ma è stato importante anche non perdere".

Probabili Formazioni Serie A, 17ª

L'allenatore del Milan commenta i suoi due giocatori d'attacco poi: "Bacca? Carlos è un grande giocatore. Anche Lapadula ha dimostrato però di saper stare nel Milan. Io devo guardarli negli occhi e guardare chi sta meglio a livello fisico e psicologico. Entrambi hanno giocato bene oggi".

Guardando già alla Supercoppa: "La Juventus? Non bisogna guardare gli altri, sappiamo che sono forti. Guardando al nostro cammino, posso dire che siamo cresciuti a livello di squadra, di gioco e di singoli. Sono soddisfatto della posizione di classifica".

"Stasera non tifo, penso di guardare la partita ma non da allenatore, sono un po' stanco. Poi da domani guarderò la partita come allenatore per preparare la Supercoppa".


"Con la Juventus sarà molto complicato, loro sono quasi invincibili. Arriviamo in una buona condizione fisica e mentale; abbiamo voglia di regalare un trofeo al nostro presidente Berlusconi".


Infine, elogi per due giocatori che stasera hanno fatto una grande partita: "Si parla tanto dei giovani ma a me stasera hanno impressionato Abate e Paletta, ancora una volta. L'Atalanta ha anche tanti bei giovani come Gagliardini e Kessié, ma loro da sempre hanno un florido vivaio".

A 'Premium Sport', l'allenatore del Milan ha invece "criticato" l'atteggiamento dell'Atalanta: "Nel primo tempo non si poteva quasi giocare, era un continuo fare fallo. Ora capisco perché l'Atalanta è una delle squadre che corre meno. Il gioco era troppo spezzettato".

Vincenzo Montella ha poi parlato anche ai microfoni di 'Milan TV', sempre sulla Juventus ha detto: "E' una squadra quasi invincibile, ma noi ci arriviamo in un buon momento, sia mentale che fisico. Ci teniamo a regalare un trofeo a Berlusconi. Sarà difficile ma sono contento di giocarmi questa sfida con i miei ragazzi".