Verratti, l'ora delle riflessioni: Barcellona, Real Madrid e Inter su di lui

Commenti()
Getty
Marco Verratti riflette sul suo futuro al PSG. Per i francesi è incedibile, Barcellona, Real Madrid e Inter hanno già bussato alla porta di Di Campli.

Sta vivendo uno dei momenti più complicati dal suo arrivo in Francia. Come se dopo l'ottavo di finale perso rovinosamente contro il Barcellona tutto sia cambiato. Ai giornali parigini non è andata giù la "remuntada" blaugrana dal 4-0 dell'andata al 6-1 della partita di ritorno. Si sono scagliati pesantemente anche sulle stelle del Paris Saint-Germain e tra questi Marco Verratti, che è passato dall'essere considerato un fenomeno all'essere etichettato come un giocatore poco professionale o comunque con atteggiamenti non consoni a quelli di un calciatore.

L'Equipe ad esempio ha criticato duramente il pescarese e Mautidi per aver trascorso il lunedì precedente alla sfida del Camp Nou in una discoteca per il lancio della nuova collezione di Rihanna. Motivo per cui, in questi giorni, l'agente del ragazzo Donato Di Campli è volato a Parigi per provare a calmare le acque e denunciare la falsità di quanto scritto, perché a suo dire, e anche secondo un comunicato apparso sul sito ufficiale del PSG, le notizie pubblicate dal quotidiano sportivo erano prive di qualsiasi fondamento.

Vero è che la situazione che sta vivendo Verratti dopo l'eliminazione dalla Champions League non è delle più semplici. Ecco perché a fine stagione, nonostante il rinnovo di contratto firmato soltanto qualche mese fa a cifre importantissime, intorno agli 8,5 milioni di euro e con una durata fino al 2021, il centrocampista della nazionale italiana potrebbe anche pensare di cambiare aria.

PS Verratti

Non è un mistero che faccia gola a molti. Oggi ancora di più. Le tentazioni sono continue come la voglia di non far passare troppi anni prima di vincere la sua prima Champions League. Iniesta ne ha parlato espressamente come il suo erede. Vede in Verratti il potenziale di un campionissimo e così anche il Barcellona, che potrebbe essere una delle possibili destinazioni del ragazzo. Di Campli è in contatto con diversi top club, e tra questi anche quello catalano, per monitorare la situazione e capire se qualcuno  possa essere interessato ad avviare una trattativa milionaria con il Paris Saint-Germain.

Perché nonostante l'eventuale gradimento del giocatore, ci sarebbe poi da sedersi al tavolo con Al Khelaifi, lo sceicco proprietario della società parigina, che ha sempre nutrito immensa stima umana e professionale per il ragazzo. Non vuole venderlo. Non ha fissato nemmeno un prezzo nel caso in cui dovessero bussare alla sua porta per provare a portarglielo via. L'ha difeso dai continui attacchi della stampa, l'ha rassicurato sul fatto che voglia migliorare la squadra stagione dopo stagione per cercare di arrivare a vincere la Champions League. Lo coccola e spera di tenerlo contento a Parigi.

Eppure le chiacchierate del suo agente con altri club stanno iniziando ad intensificarsi sempre più. Non solo il Barça. C'è anche l'Inter che, volendo puntare sui talenti giovani e italiani, ha messo il pescarese nel mirino. La voglia di prenderlo da parte del gruppo Suning è grande, come la voglia però dello stesso Verratti di giocare sempre ai massimi livelli. Non avrebbe senso nella sua testa lasciare il PSG per andare a giocare in una squadra che la Champions League non la disputa nemmeno. Ecco perché sarebbe fondamentale per la squadra di Pioli raggiungere la Champions. Anche per convincere grandi giocatori come Verratti a scegliere di vestire nerazzurro.

Barcellona, Inter ma anche Real Madrid, sempre molto attenta alla situazione del giocatore, e soprattutto Bayern Monaco perché Carlo Ancelotti farebbe carte false per riaverlo alle sue dipendenze. Anche perché Ancelotti per Verratti non è stato solo un allenatore ma punto di riferimento e persona che l'ha fatto crescere negli anni quando il pescarese era soltanto un ragazzino.

Chiudi