MLS, Kakà scherza con un avversario: l'arbitro lo espelle con il VAR

Commenti()
Vincent Carchietta
Nel finale della gara tra New York Red Bulls e Orlando City Kakà mette scherzosamente le mani in faccia all'amico Collin: l'arbitro lo espelle.

Un episodio del tutto singolare arriva dalla Major League Soccer: nel finale del match perso dagli Orlando City contro i New York Red Bulls si accende una mischia, ma a rimetterci è Kakà. L'ex Milan viene espulso per un gesto scherzoso nei confronti di un avversario.

Dopo il vantaggio firmato da Rivas su assist dello stesso Kaka, Orlando va ko e subisce tre reti. Al '97 tensione in campo ed un accenno di rissa: l'ex giocatore del Milan interviene mettendo scherzosamente le mani in faccia all'amico Collin, prendendolo da dietro. 

L'articolo prosegue qui sotto

Dalle immagini si può chiaramente vedere che i due giocatori ridono, ma l'arbitro cade nel tranello: dopo aver consultato il VAR, il direttore di gara espelle il brasiliano per condotta violenta. 

Una decisione che lascia a bocca aperta tutti: dal pubblico agli stessi giocatori, Kakà lascia il campo incredulo con un sorriso più amaro. Un gesto amichevole interpretato in maniera totalmente sbagliata.

Chiudi