News LIVE
Europa League

Mina vagante di Europa League: Granada ai quarti per la prima volta

20:44 CET 18/03/21
GRANADA MOLDE 11032021
Nella sua prima partecipazione ad una competizione continentale, il Granada è riuscito a stupire. Nella primavera 2019 era nella B spagnola.

Arsenal e Tottenham costentemente tra le possibili favorite in Europa, nonostante i limitati trofei continentali vinti nella propria carriera. La Roma, che ha superato agevolmente i gruppi prima e la sempre pericolosa Shakhtar. In più le probabili habituè Villarreal e Ajax, la vincente tra Milan e Manchester United e una tra Slavia Praga e Rangers ai quarti di Europa League. Ma non solo.

La più grande sorpresa della competizione è infatti il Granada, capace di ottenere la qualificazione ai quarti di Europa League per la prima volta nella propria storia. Un risultato incredibile che la porta ad essere la mina vagante del torneo, sulle ali dell'entusiasmo e capace di mettere i bastoni tra le ruota a chiunque.

Sopratutto, l'approdo del Granada tra le migliori otto del torneo risulta essere ancora più incredibile considerando che per la squadra allenata da Martinez si tratta della prima volta in una competizione europea. A sorpresa settima nella scorsa Liga, ha compiuto un percorso da urlo nell'attuale Europa League.

In qualità di settima del torneo spagnolo, il Granada è partita dai turni preliminari, eliminando gli albanesi del Teuta in principio, per poi superare i georgiani del Locomotive Tbilisi e dunque l'habituè continentale del Malmo prima della fase a gironi. E lì, è cominciata la gloria.

Sì perchè inserita in un girone con PSV, PAOK e Omonia, il Granada sembrava potersela giocare dietro gli olandesi, e così è stato: tre vittorie in sei incontri, con una sola sconfitta subita contro il team Eindhoven, capolista del raggruppamento davanti proprio al team Soldado.

Agli ottavi, il Granada sembrava la vittima sacrificale di una squadra come il Napoli, caduta invece rovinosamente in un continuo sali-scendi dell'annata 2020/2021: la squadra spagnola ha fatto la voce grossa all'andata per 2-0, dando la vita sul campo anche al ritorno, cadendo solamente per 2-1 e dunque conquistando gli ottavi di Europa League.

La sfida contro il Molde era quella delle possibili sorprese del torneo, visto che nemmeno i norvegesi si erano mai spinti oltre le migliori sedici. Il 2-0 ottenuto dal Granada ha vacillato nel ritorno dopo l'autorete di Vallejo, ma il centro dell'uomo più esperto, ovvero Soldado, ha chiuso la faccenda e spinto la squadra andalusa verso un ulteriore step (nonostante la sconfitta per 2-1)

E dire che il Granada nel 2018/2019 giocava la seconda serie spagnola: in un anno ha ottenuto settimo posto e quarto di Europa League, per saltare nel calderone del momento più interessante della sua storia. Non ha mai conquistato un trofeo ed è spesso rimasta nelle categorie inferiori, con la finale di Coppa del Re persa nel 1959 come massimo traguardo raggiunto.

Dopo essere passata per le mani dei Pozzo, il Granada è stato acquistato da un gruppo cinese nel 2016, che sta cominciando a passare alla cassa per ritirare quanto ottenuto. Un mix di vecchi lupi di mare come Gonalons e il già citato Soldado, e giocatori in cerca di esplosioni tardive. Pochi giovani, tanta consapevolezza. Dopo novant'anni dalla sua nascita, anche il calcio è realmente l'orgoglio cittadino. Oltre l'Alhambra, c'è di più.