Milinkovic-Savic e Luis Alberto 'flop', Tare: "Problemi di forma e testa"

Commenti
Tare prova a spiegare il rendimento deludente di Milinkovic-Savic e Luis Alberto, poi assicura: "Le voci su un esonero di Inzaghi sono invenzioni".

L'avvio di stagione della Lazio è stato altalenante: tra campionato ed Europa League sono sei le vittorie e quattro le sconfitte. Fino ad ora, sono parecchi i giocatori che non si stanno riconfermando dopo la strepitosa passata stagione: tra tutti, ci sono sicuramente Milinkovic-Savic e Luis Alberto.

Con DAZN vedi oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Igli Tare, in un'intervista a 'Repubblica, individua il problema dell'inizio non brillante di Milinkovic-Savic nella condizione fisica: “E' arrivato tardi per via dei Mondiali e così gli manca la preparazione atletica di base. Cosa fondamentale per uno “pesante” come lui. Non a caso, l'anno scorso ha iniziato a segnare con regolarità da fine ottobre (due reti il 19 ottobre 2017 al Nizza, una il 25 al Bologna, ndr). Poi può aver influito quel “parto o resto” durato tutta l'estate: alla fine è rimasto e ora deve solo entrare in forma”.

Per quanto riguarda Luis Alberto invece, non è un problema di forma fisica, ma il direttore sportivo della Lazio spiega che, secondo lui, le prestazioni negative dello spagnolo derivino dalla mente, da una questione di testa: “Ha bisogno di sentirsi intoccabile, ma in un club ambizioso come la Lazio non è possibile sbagliare tante gare di fila e restare titolare. Le gerarchie le decide il campo, vige la meritocrazia. E così, dopo due gare sbagliate, alla terza esci al 55' e la quarta stai in panchina. Deve riconquistare il posto, da uomo, e tornare a fare la differenza. Lui è un giocatore da Real Madrid, la sua qualità l'ha già dimostrata: ora deve fare il salto di qualità. Per lui è l'anno della consacrazione. Ha bisogno di migliorare la condizione fisica e di lavorare sull'autostima”.

Simone Inzaghi, per ora, non è riuscito ad imporre il proprio gioco come l'anno scorso ma ha comunque ottenuto 15 punti in campionato posizionandosi al quarto posto in classifica. Tare sottolinea come il tecnico biancoceleste abbia pienamente la fiducia della società: “È sempre più maturo come tecnico. E sa che nei momenti negativi può contare sulla fiducia del suo staff, della squadra, della società. Ho sentito parlare di esonero e di rapporto ai minimi termini con il gruppo: invenzioni”.

Prossimo articolo:
Calciomercato Juventus: Kean verso un futuro da protagonista
Prossimo articolo:
Milan, senti Pato: "Paquetá è fortissimo, i tifosi lo ameranno"
Prossimo articolo:
Inter in ansia per Vecino: fastidio alla coscia, Milan a rischio
Prossimo articolo:
Scommesse Uefa Nations League: quote e pronostico di Francia-Germania
Prossimo articolo:
Scommesse amichevole internazionale: quote e pronostico di Brasile-Argentina
Chiudi