Milik è l'arma in più di Sarri: ballottaggio con Mertens per Juventus-Napoli

Ultimo aggiornamento
Commenti()
Nelle ultime partite Arek Milik ha trascinato il Napoli con goal pesanti e ora Sarri potrebbe decidere di schierarlo dal 1' anche contro la Juventus.

Nella corsa Scudetto irrompe il fattore Milik. L'ex attaccante dell'Ajax, acquistato due anni fa per sostituire Higuain ma frenato da un doppio infortunio al crociato, è finalmente tornato a disposizione di Sarri e nelle ultime settimane sembra uno dei giocatori più in forma del Napoli.

Tanto che, dopo qualche ottimo spezzone di gara e il goal del momentaneo pareggio contro il Chievo, Sarri ha deciso di schierarlo dal 1' contro l'Udinese anche per risparmiare il diffidato Mertens in vista di Juventus-Napoli.

Milik però mercoledì sera è risultato decisivo per la vittoria del Napoli realizzando il goal del 3-2 prima di essere sostituito e dimostrando ancora una volta di avere ritrovato il feeling con la porta avversaria. Il tutto senza dimenticare la grande occasione sventata solo da un super Donnarumma contro il Milan e la clamorosa traversa colpita contro il Sassuolo.

Ecco perchè adesso Sarri potrebbe essere tentato di confermarlo nella sfida Scudetto dello 'Stadium' considerando che Mertens, al contrario del polacco, nelle ultime uscite è sembrato lontano dalla forma migliore.

Anche se il tecnico, almeno per il momento, preferisce non sbilanciarsi sul possibile utilizzo di Milik dal 1': "Valutare ora come potrà stare Milik tra quattro giorni è difficile. E’ la prima volta dopo sette mesi che parte dall’inizio, c’è da vedere come starà.

Ma resto dell’idea che i 15 mesi senza Milik ci sono costati molto. Ha la tecnica per poter giocare bene con i nostri giocatori offensivi e molta fisicità in più, per noi è un’arma importante". 

Prossimo articolo:
Nations League: calendario, risultati, classifiche e dove vederla in tv e streaming
Prossimo articolo:
Il Real Madrid si fida di Solari: contratto rinnovato fino al 2021
Prossimo articolo:
Calendario Juventus Serie A 2018/2019
Prossimo articolo:
Udinese, esonerato Velazquez: Nicola il nuovo allenatore
Prossimo articolo:
La verità di Ventura: "Ho rinunciato a due anni col Chievo. Addio non per i risultati"
Chiudi