Notizie Risultati Live
Serie A

Milan, Zaccheroni getta nuove ombre: "I compratori sono ignoti anche in Cina"

11:51 CET 10/12/16
Alberto Zaccheroni
L'ex tecnico rossonero, Alberto Zaccheroni, solleva nuove perplessità sugli acquirenti del Milan: "Ho provato a informarmi su di loro, ma neanche in Cina sono conosciuti".

Dopo il rinvio del closing al 3 marzo 2017, permangono sempre dubbi sull'identità degli acquirenti del Milan e sulla loro solidità economica. A sollevare nuove ombre è stato l'ex tecnico rossonero Alberto Zaccheroni, intervistato dal quotidiano torinese 'Tuttosport'.

"Ho provato a informarmi in questi mesi sui compratori del Milan. - ha rivelato Zac - Ma neanche in Cina sono conosciuti. E dire che tutti quelli che hanno soldi in Cina sono molto noti. Vedremo come andrà a finire questa storia".

Abate: "Milan, ora spogliatoio è sano"

I nomi degli investitori, più di 4, sono stati comunque comunicati a Fininvest, ma potrebbero variare se non arrivassero le attese autorizzazioni dal governo di Pechino per l'esportazione di capitali.

Intanto, quando il Milan lunedì sera scenderà in campo contro la Roma nel 'Monday Night' del campionato di Serie A, nelle casse rossonere dovrebbero già esserci i 100 milioni della seconda caparra, conditio sine qua non perché diventi valido in contratto di proroga.

I soldi sono al momento a Honk-Hong e sul tema il consorzio Sino-Europe ostenta al momento una certa tranquillità. Una volta versata la seconda caparra, ai compratori resteranno da versare altri 320 milioni di euro, per i quali si attendono le autorizzazioni dal Governo di Pechino per esportare capitali.

Per queste autorizzazioni non ci sono però certezze sui tempi, ecco perché, secondo quanto riferisce 'Il Corriere della Sera', i compratori starebbero studiando un piano 'B' per avere a disposizione quei soldi e chiudere definitivamente l'acquisto del club milanese.