Milan-Sassuolo, le pagelle: Kalinic provvidenziale, male Berardi

Commenti()
Getty
Nel Milan decisivo l’ingresso di Kalinic, deludono Suso e Bonaventura. Nel Sassuolo brilla Consigli, male Berardi.

Banner Fondazione Milan


MILAN


DONNARUMMA 6: Viene chiamato poche volte in causa ma risponde presente, non può arrivare sul destro angolatissimo di Politano.

ABATE 6: Si limita al ‘compitino’, viene sostituito ad inizio ripresa per motivi tattici. (55’ ANDRE’ SILVA 6: Viene servito pochissimo e prova a mettersi in proprio nel finale)

BONUCCI 5,5: Gara più che sufficiente fino al goal di Politano, propiziato anche da una lettura non perfetta del capitano rossonero.

ROMAGNOLI: SV (6’ MUSACCHIO 5,5: Non giocava una partita (quasi) intera da dicembre, regge fisicamente ma sale in ritardo in occasione del goal di Politano)

RODRIGUEZ 6: Dalle sue parti il Sassuolo non attacca praticamente mai, si sdoppia nella ripresa per consentire a Gattuso di ridisegnare il Milan con la difesa a 3.

KESSIE’ 5,5: Anche lui sembra avere il serbatoio quasi in riserva, lo dimostra con qualche giocata non proprio lucidissima e un paio di sanguinosi palloni persi.

BIGLIA 6: Al rientro dopo la squalifica che gli ha fatto saltare il derby, è il più in palla in mediana.

BONAVENTURA 5: Ancora una volta fuori giri, ha bisogno di rifiatare per ritrovare gamba e fiducia.

SUSO 5: Parte forte ma si spegne alla distanza, poco preciso al cross e mai pericoloso col suo sinistro.

CUTRONE 5: Attacca la linea del Sassuolo, si muove tanto ma in zona-goal viene sempre anticipato. (67’ KALINIC 7: Spreca una palla goal ma si fa perdonare poco dopo interrompendo il digiuno realizzativo che durava da dicembre)

CALHANOGLU 6: E’ l’unico che sembra avere nei piedi la giocata vincente, si fa apprezzare anche con qualche recupero profondo.


SASSUOLO


CONSIGLI 7: La parata nel finale su Bonaventura vale letteralmente come un goal, prestazione da applausi.

LEMOS 5,5: Primo tempo non impeccabile, cresce nella ripresa ma poi si fa beffare da Kalinic in occasione dell’1-1.

ACERBI 7: Stravince il duello con Cutrone, in marcatura e nelle chiusure è sempre pulito e puntuale.

PELUSO 6,5: Dopo una vita da terzino dimostra di trovarsi a proprio agio anche nella difesa a 3, cavandosela con la sua esperienza.

LIROLA 6: Più concentrato sulla fase difensiva che in quella di spinta, porta comunque a casa la sufficienza.

MAZZITELLI 6: Si vede poco perchè lavora nell’ombra, con grande caparbietà.

SENSI 6,5: Gioca con grande personalità e si fa sempre trovare ben piazzato davanti alla difesa. (57’ CASSATA 5,5: Meno in palla di Sensi, sbaglia qualche passaggio di troppo)

MISSIROLI 6,5: Sempre prezioso nelle due fasi, domina sui palloni aerei.

ROGERIO 5,5: Si fa ammonire presto e gioca col fardello del giallo contro un mago dell’uno contro uno come Suso. (67’ DELL’ORCO 6: Deve tenere a bada Suso e non corre grossi rischi).

POLITANO 7: La sua velocità è l’unica arma offensiva del Sassuolo, è bravissimo a capitalizzare l’unica vera occasione concessa dal Milan.

BERARDI 5: Serata abbastanza anonima per l’attaccante neroverde, anche qualche fischio al momento del cambio. (54’ RAGUSA 5,5: Si impegna di più in fase difensiva ma davanti non punge)

Chiudi