Milan pazzo di Deulofeu, ma l'ombra del Barcellona complica il riscatto

Commenti()
Getty
Bologna ha fatto scoccare la scintilla tra Gerard Deulofeu e il Milan: peccato che lo spagnolo dell'Everton sia 'controllato' ancora dal Barcellona.

Gerard Deulofeu ha deciso Bologna-Milan con un assist da fuoriclasse per Pasalic: eccola la scintilla che ha fatto breccia nel cuore del popolo rossonero, già pazza del neo acquisto di gennaio.

Extra Time - Ocampos 'in love' con la Barbeito

Lo spagnolo si è preso il Diavolo con una prova tutta gambe e qualità, risultando fondamentale nell'azione dello 0-1 firmato dal croato: oltre al lampo di genio, evidenzia la 'Gazzetta dello Sport', ciò che ha colpito sono stati i dati biometrici post-gara.

'Milan Lab' ha evidenziato come al triplice fischio gli indici di efficienza tecnica, fisica e motivazionale fossero su livelli massimali. Simili a quelli registrati nel suo primo giorno in rossonero, sintomo della voglia di spaccare il mondo e smentire chi lo ha bollato come talento incompiuto.

A ragionarci su, purtroppo per un Galliani al settimo cielo ("Ho vissuto 62 sessioni di mercato, l’ultima è stata quella che mi rende più orgoglioso. Uno dei mercati più difficili e meglio riusciti che, considerando anche gli ingaggi, è in attivo"), è anche il Barcellona.

I catalani hanno venduto Deulofeu all'Everton nel 2015 a titolo definitivo per 6 milioni, ma 'La Stampa' spiega che esiste un diritto di 'recompra' fissato a 12 milioni con scadenza 2017 e una prelazione in favore dell'ex club qualora i 'Toffees' decidessero di cederne il cartellino.

Brutte notizie per il Milan, che ha acquistato l'iberico in prestito secco a 750mila euro e il 30 giugno dovrà restituirlo agli inglesi. Trattare un riscatto, con l'ombra del Barça, diventa complicato.

 

Chiudi