Milan, Montella spiega: “Il rigore l'ha dato Massa, ma zero lamentele”

Commenti()
Vincenzo Montella spegne le polemiche dopo Juventus-Milan: "Il rigore l'ha dato Massa che era distante, ma accettiamo il verdetto del campo".

Il Milan esce sconfitto dal campo della Juventus con un discusso calcio di rigore concesso ai bianconeri al 97', poi trasformato da Dybala. Vincenzo Montella ha commentato la serata dei suoi giocatori sul proibitivo campo dello Stadium.

Pagelle Juvenuts-Milan: Dybala lucido

Intervistato ai microfoni di 'Sky Sport', l'allenatore del Diavolo analizza con lucidità l'andamento della gara: "Abbiamo messo ogni briciolo di energia in campo, poi la Juve è venuta a pressarci alta meritando anche il vantaggio. Ma abbiamo avuto qualche occasione di passare in vantaggio nella ripresa, peccato aver sprecato qualche ripartenza. Ho avuto la sensazione che questa gara si potesse vincere. Poi è successo quello che nel calcio ogni tanto succede. Un punto sembra poco, ma per l'Europa League potrebbe pesare".

Nessuna polemica sul rigore concesso in extremis ai bianconeri: "Mi piace accettarli gli episodi arbitrali come li ho accettati in passato, cerchiamo di non alimentare chi a casa è più nervoso di noi. Bacca ha chiesto la sostituzione, Lapadula nei 30-40 metri ha più difficoltà rispetto a Ocampos e Deulofeu, ho preferito lasciare loro per ripartire. Gianluca è un giocatore da ultimi 30 metri, quando la partita è più in controllo".

Ai microfoni di 'Mediaset Premium', Montella spiega la dinamica dell'episodio che ha deciso il match: "Ho chiesto a fine partita con molta calma. Mi scuso per il parapiglia finale, ma c’era molto nervosismo. De Sciglio va a contrastare in modo naturale. Il rigore non l’ha dato Doveri, Massa si è preso la responsabilità di dare il rigore ed era a grande distanza. Questo è quello che hanno detto a me. Lo dico con tranquillità. Ha deciso Massa, ha visto lui e ha scelto lui: Doveri ha detto che non ha dato suggerimenti. Mi spiace, ma lasciamo gli arbitri tranquilli”.

Montella riflette sulle decisioni arbitrali senza alimentare polemiche: "Le lamentele non servono a niente, bisogna essere calmi e sereni e accettare il verdetto del campo. Dobbiamo mandare messaggi sereni a chi ci guarda da casa. Il rigore di Zapata? Non deve esserci compensazione. Quello era un rigore all’ottavo minuto, l’altro è un rigore al 95esimo, ha un peso diverso".

L'allenatore rossonero rende comunque merito agli avversari: "Loro vincono sempre, noi un po’ meno. Ono bravi, sono cresciuti nella mentalità e hanno una rosa ampia. Il nostro obiettivo è avvicinarci sempre di più”.

Montella resta comunque fiducioso nella corsa all'Europa, come confermato ai microfoni di 'Mtv': "Se rimane questa compattezza entreremo di sicuro in Europa. Abbiamo fatto una buona partita contro un avversario che ha messo ogni energia in campo. Ci dà orgoglio perché li abbiamo messi in difficoltà e abbiamo giocato quasi alla pari. Le assenze in vista della prossima gara? Dispiace ma non sono preoccupato, in campo manderò una squadra competitiva".

Chiudi