Milan, Conti racconta il suo calvario: "Infortuni psicologicamente massacranti, ma ora sono pronto"

Ultimo aggiornamento
Commenti()
Getty
Conti: "Gli infortuni sono stati massacranti dal punto di vista psicologico, ma adesso sono pronto. Spero di riportare il Milan in alto".

Nella stagione del Milan ci sarà sicuramente spazio per il ritorno in campo di Andrea Conti, che nell'ultimo anno ha dovuto affrontare ben due infortuni al ginocchio che lo hanno tenuto fuori dai campi di gioco.

Guarda oltre 100 match di Serie A e tutta la Serie B: attiva ora il tuo mese gratuito!

Ai microfoni di Sky Sport l'ex Atalanta si è voluto raccontare, sottolineando le difficoltà trascorse in questo 2018: "Grande emozione quando sono arrivato al Milan ed a Milanello dove si sono allenati grandi campioni. Tutto è stato molto bello, poi i due infortuni successivi mi hanno massacrato dal punto di vista psicologico. E' stato un anno difficile dove ho tentato di nascondere la tristezza che provavo nel vedere i miei compagni combattere e non poterli aiutare".

L'articolo prosegue qui sotto

Ora il suo obiettivo è quello di fare rientro in campo, anche se gradualmente. "Adesso spero che il peggio sia passato. Sto bene, settimana dopo settimana miglioro sia dal punto di vista mentale che dal punto di vista del riadattamento al campo. Ho già fatto qualche panchina e sono a disposizione di Gattuso per quando vorrà mettermi in campo. Di sicuro non ho una partita intera nella gambe, ma qualche spezzone sì".

E di riportare anche con il suo contributo il Milan in Champions League e sul tetto d'Italia e d'Europa: "Stiamo dimostrando che siamo in grado di poter puntare alla Champions. Lo spogliatoio è più unito rispetto a qualche mese fa, adesso credo che facendo un bel filotto di vittorie nelle partite che ci aspettano da qui a fine anno possiamo rendere ancora più concreto questo obiettivo. Maldini? Mi fa impressione, lo guardavo fino a 10 giorni fa e non ci riuscivo nemmeno a parlare, era un mito per me. Il mio sogno resta comunque quello di riportare il Milan in alto in Italia ed Europa".

Chiusura sui compagni di squadra: "Suso mi ha impressionato sempre per le sue qualità tecniche, Higuain quest'anno perchè parliamo di un fenomeno sia in campo che fuori".

Prossimo articolo:
Viktoria Plzen-Roma: numeri e curiosità
Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Champions League in chiaro, le partite trasmesse dalla Rai
Prossimo articolo:
Liga, risultati e classifica 15ª giornata - Tris Atletico, poker Barcellona, Real di misura
Prossimo articolo:
Premier League, risultati e classifica 16ª giornata - Liverpool in testa, pari Everton
Chiudi