Milan, closing infinito: a rischio sembra il futuro stesso del club

Commenti()
getty images
Doveva avvenire questa settimana, ma per la cessione del Milan sembra prospettarsi un nuovo rinvio del closing. Sempre più ombre sull'affare.

Quale futuro per il Milan? Il closing per il trasferimento della proprietà del club rossonero dalla Fininvest alla Sino-Europe Sports, che doveva avvenire in questo inizio di marzo, sembra dover subire un ennesimo rinvio, a causa della difficoltà della cordata cinese di reperire l'intera somma di 320 milioni ancora necessaria per chiudere l'affare.

Extra Time - Dani Alves torna decisivo con Joana

Come spiega la 'Gazzetta dello Sport', infatti, dietro alla Sino-Europe Sports non ci sono personaggi ultra-ricchi capaci di far fronte in prima persona al copioso esborso finanziario necessario all'acquisto del club rossonero, bensì un broker-imprenditore cinese, Li Yonghong, che coinvolgendo il fondo provinciale cinese Haixia Capital e costituendo la società Sino-Europe Sports sta provando a comprarsi il Milan attraverso quello che è un vero e proprio fondo d'investimento.

Purtroppo per lui, però, gli investitori si sono col tempo allontanati dall'affare, con conseguenti difficoltà nel racimolare l'intera somma necessaria. Un'operazione prettamente finanziaria, insomma, considerato che le prime liste dei partner di Li Yonghong vedevano presenti banche e istituti finanziari, che però non sarebbero certo diventati azionisti del Milan ma avrebbero concesso solo dei finanziamenti, per i quali però non è dato sapere a quale titolo sarebbero stati concessi e con quali garanzie.

Li Yonghong, dal canto suo, come spiega ancora la 'Gazzetta dello Sport', non è certo un miliardario e dei 200 milioni di euro versati finora a titolo di caparra la seconda tranche non sarebbe arrivata dalle sue casse personali bensì attraverso un prestito - successivamente rimborsato - di Willy Shine a Rossoneri Sport Investment di Hong Kong.

Vista ora l'ulteriore proroga che sembra ormai alle porte, col closing che passerebbe dal 3 marzo al 3 aprile, con conseguente altro versamento di 100 milioni di caparra da parte della Sino-Europe Sports, il futuro del Milan appare quanto meno nebuloso considerato che la prossima proprietà cinese non appare solidissima dal punto di vista economico e i 520 milioni complessivi della vendita del club saranno composti per lo più da finanziamenti.

 

Chiudi