Milan ascolta Ramos: "Morata vuole andarsene per giocare di più"

Commenti()
Getty Images
Ai microfoni di 'Marca', Sergio Ramos ha rivelato il desiderio del compagno di squadra Morata di cambiare aria per giocare con più continuità.

Tutto tace intorno ad Alvaro Morata. L'attaccante, che non sembra rientrare nei piani del Real Madrid, è in procinto di trovare una nuova destinazione a patto però che il nuovo club sia disposto a versare almeno i 60 milioni di euro di partenza richiesti dalle 'Merengues'.

Per il momento non sono state registrate novità al riguardo, ma questo non toglie che il centravanti non voglia e possa lasciare Madrid. A rivelarlo è il compagno di squadra Sergio Ramos ai microfoni di 'Marca': "Morata vuole giocare di più ed essere un titolare, vorrebbe andare via e vedremo che succederà".

Pertanto ci sono buone possibilità che Morata venga ceduto dal Real, magari a cifre ancora più accessibili considerando la volontà del giocatore di cambiare aria. Milan e Chelsea, in questo senso, possono tentare l'assalto decisivo.

L'articolo prosegue qui sotto

Ramos ha quindi allungato il discorso comprendendo anche Cristiano Ronaldo: "Le loro sono situazioni personali, non posso dire molto. Da compagno posso solo dire che mi piace molto stare coi migliori e loro sono calciatori incredibili e spero restino con noi tantissimo tempo. Poi le loro situazioni sono molto diverse. Con Cristiano ho un grande rapporto e siamo sempre in contatto, l'ho sentito molto tranquillo".

Infine il difensore non ha nascosto il desiderio di vincere il Pallone d'Oro: "Sicuramente quest'ultimo anno è stato uno dei migliori della mia carriera, se non il migliore. L'esperienza ti da cose che in gioventù non puoi avere, anche se l'ambizione è rimasta intatta. L'importante è sapere che tutto è possibile e vincibile".

"Per quanto riguarda il Pallone d'Oro, negli ultimi anni si sono alternati Messi e CR7, ma per esempio tempo fa lo vinse anche Cannavaro, il mio ex compagno. Non la vedo come una pazzia. Ho ottenuto cose incredibili nella mia carriera ed essere nei tre candidati per questo premio è un privilegio e se lo vincerò potrebbe essere qualcosa di storico", ha infine concluso.

Chiudi