Marotta nel Club Italia, Gravina svela: "Ho verificato il suo interesse"

Commenti()
Gravina conferma i contatti con Marotta: "Ma ci sono parametri economici, non so se sarà possibile. Voglio reintrodurre l'ora di calcio nelle scuole".

Il futuro di Giuseppe Marotta sarà azzurro? A rilanciare questa ipotesi è Gabriele Gravina , unico candidato alla presidenza della FIGC che intervistato da 'Il Corriere della Sera' conferma i contatti con l'ex amministratore delegato della Juventus.

Con DAZN vedi oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

"Sarebbe il profilo giusto perché stiamo parlando di un grande dirigente a livello europeo. Ci siamo confrontati e ho potuto verificare di persona il suo interesse. Ma la disponibilità, che c’è ed è reale, si scontra con i parametri economici. Non so se sarà un matrimonio possibile…" , ammette Gravina.

Il progetto per la Nazionale però è chiarissimo: "Club Italia? Sarà inteso proprio come un club, come fosse Juve, Milan o Torino. Io sarò il presidente, poi serve un consiglio direttivo. Il Club Italia sarà diviso in due aree: organizzativa e tecnica".

Il CT resterà ovviamente Roberto Mancini , anche se Gravina sottolinea: " In condizioni generali sarebbe stato opportuno che certe decisioni fossero rimandate . Ma quella dell’allenatore della Nazionale non si poteva rinviare. O, per meglio dire, si poteva fare se il commissariamento fosse stato breve". 

Infine Gravina racconta la sua ricetta per rilanciare il calcio italiano: " Vorrei reintrodurre l’ora di calcio nelle scuole . E poi certificare la qualità delle nostre scuole calcio. C’è un piano strategico per arrivare in tempi rapidi a una nuova concezione del calcio. Un calcio più equo e sostenibile, il calcio della collettività e non dei singoli interessi. 

VAR? Va migliorata e incentivata, magari proponendo due chiamate a squadra per partita . Da ragazzo adoravo Gianni Rivera, da dirigente ho ammirato soprattutto Gianni Agnelli, stimo tantissimo Arrigo Sacchi. Mi piace chi progetta il calcio puntando sui giovani come stanno facendo Fiorentina, Sampdoria, Atalanta e Udinese".

Chiudi