Mancini-Italia, i dettagli: opzione per Qatar 2022, Pirlo nello staff?

Commenti()
Getty Images
Alle 12 la presentazione di Mancini: per il neo ct dell'Italia 2 milioni per due anni e opzione per i Mondiali 2022, Pirlo può entrare nello staff.

E Mancio-day fu. Alle 12 Roberto Mancini verrà ufficialmente presentato alla stampa quale nuovo commissario tecnico dell'Italia: da lui riparte la FIGC, nel tentativo di risalire la china dopo il disastroso percorso di qualificazione (mancata) a Russia 2018.

Dopo l'annuncio dell'intesa, ecco i dettagli: l'allenatore di Jesi ha siglato un contratto biennale da 2 milioni netti a stagione, ma come svela il 'Corriere dello Sport' è prevista un'opzione che consentirebbe a Mancini di restare al timone della Nazionale anche per i Mondiali del 2022 in caso di approdo ad Euro 2020.

Una sorta di quadriennale mascherato dunque, che qualora le cose dovessero girare per il verso giusto consentirebbero al perno della rinascita azzurra di giocarsi la Coppa del Mondo in programma tra 48 mesi in Qatar.

Ed eccoci alla composizione dello staff, che vedrà la presenza di molti 'fedelissimi': Angelo Gregucci, Fausto Salsano e il preparatore dei portieri Battara hanno rescisso con lo Zenit e sono pronti a seguirlo, mentre secondo la 'Gazzetta dello Sport' i preparatori atletici non saranno Carminati e Scanavino.

Andrea Pirlo 2018

Questi ultimi dovrebbero restare a San Pietroburgo, portando Mancini ad avvalersi di figure già presenti nel mondo Italia. Così come lo è Lele Oriali, team manager azzurro che rappresenterà il braccio destro del Mancio a cui lo legano stima e amicizia dai tempi dell'Inter.

'Dulcis in fundo', nella scuderia del neo ct si appresta a fare il suo ingresso un'altra icona del nostro calcio: Andrea Pirlo, infatti, con ogni probabilità arricchirà lo staff tecnico di Mancini. La nuova Italia prende forma.

Chiudi