Manchester United-Juventus, le pagelle: Dybala e CR7 decisivi, male Mata

Commenti()
Getty
Nella Juventus Dybala, Ronaldo, Matuidi e Chiellini sugli scudi. Nello United così così Lukaku, male Mata. Pogba unico guizzo Red Devils.

Clicca qui per attivare il tuo mese di prova gratuita e seguire le gare della Juventus su DAZN!


MANCHESTER UNITED


DE GEA 6.5: Non può nulla sul lampo della Joya, ma ancora una volta profonde grande affidabilità disinnescando pericoli non indifferenti. Superlativo nella ripresa su Ronaldo.

YOUNG 5.5: Spinge con poca convinzione, preoccupandosi principalmente della fase difensiva. Soffre, nell'uno contro uno, le accelerazioni targate CR7.

SMALLING 6: Patisce, e non poco, i movimenti senza palla degli attaccanti bianconeri. Limita in qualche modo Cuadrado nell'azione del goal, ma non viene supportato dai centrocampisti.

LINDELOF 6: Si fa sentire con la fisicità e, soprattutto, dimostra di essere il più lucido della retroguardia rossa. Nota positiva: fermare Cancelo a campo aperto è roba per pochi.

SHAW 5: Cuadrado è un cliente scorbutico, meglio quindi non avventurarsi in scenari pericolosi. Crolla nei momenti cruciali.

MATA 5: Il passaggio più semplice. L'appoggio maggiormente agevole. Non si prende una responsabilità, sfociando nella purissima monotonia.

MATIC 5: Non copre in occasione della rete. Erroraccio. Inoltre, vive una condizione atletica tutto fuorché rosea. E uno come lui, più muscoli che fosforo, non può permettersi un lusso del genere.

POGBA 6: Il grande ex dell'incontro, per poco, non trova la gioia personale. Ha qualità da vendere, ma con i Red Devils non sembra essere cosa.

MARTIAL 5: Reduce da una doppietta a Stamford Bridge, si annulla da solo. Non dà punti di riferimento spostandosi da una parte all'altra, ma finisce per perdersi.

LUKAKU 5.5: Qualche sportellata qua e là e poco altro. Abbassa il raggio d'azione per favorire lo sviluppo della manovra, tuttavia non riesce a incidere con profitto.

RASHFORD 5.5: La classe, sicuramente, c'è e si vede. Ma per ottenere la definitiva consacrazione servirebbe qualcosina in più. Con il trascorrere dei minuti perde fiducia e ci rinuncia.


JUVENTUS


SZCZESNY 6.5: Pressoché mai interpellato in termini di parate, viene baciato dalla fortuna sul palo centrato da Pogba. Ordinaria amministrazione.

CANCELO 6.5: Continua a studiare per diventare il miglior terzino destro al mondo, e anche a Manchester – a tratti – palesa la manifesta superiorità. (87' DOUGLAS COSTA SV).

BONUCCI 6.5: Lucido, attento ed elegante. Tiene a bada Lukaku, impostando all'insegna della massima qualità.

CHIELLINI 7: Destro, sinistro, testa: le prende tutte lui. Gladiatore.

ALEX SANDRO 6.5: Diligente in entrambe le fasi, perspicace in ogni minimo dettaglio.

BENTANCUR 6.5: L'apprendistato prosegue nel migliore dei modi. Sicurezza a tutto tondo, il giusto atteggiamento per continuare a scalare le gerarchie.

PJANIC 6: Meglio nel primo tempo anziché nella ripresa, sullo sfondo buoni segnali atletici.

MATUIDI 7: Commovente. Non ci sono tante parole per descrivere l'utilità dell'esperto mediano francese. Pressa tutto e tutti.

L'articolo prosegue qui sotto

CUADRADO 6: Schierato tra i titolari per la seconda volta di fila, entra nello svolgimento del goal e porta a casa agevolmente la pagnotta. Nulla di trascendentale, ma complessivamente bene. (81' BARZAGLI SV).

DYBALA 7.5: In Europa si diventa grandi proprio così. Decide il big match e si proietta verso un ruolo da protagonista in chiave mesi decisivi. Sì, è Joya vera. (78' BERNARDESCHI SV).

RONALDO 7: L'Old Trafford una volta pendeva dai suoi piedi. Ora sono i tifosi bianconeri a godersi le gesta del fuoriclasse portoghese. Crea l'azione da tre punti. Accende e si accende. Devastante.

Chiudi