Manchester City, sedici settimane di prigione per l'aggressore di Sterling

Raheem Sterling Manchester City
Getty Images
Arriva la condanna per l'uomo che ha aggredito Raheem Sterling prima della partita contro il Tottenham: sedici settimane di reclusione.

Si conclude la triste vicenda che ha visto protagonista Raheem Sterling, gioiello del Manchester City e vittima di un'aggressione di stampo razzista. L'uomo di 29 anni che ha attaccato l'esterno inglese è stato condannato dalle autorità.

Sabato scorso Sterling era appena arrivato al campo d'allenamento poche ore prima della partita contro il Tottenham, che poi lo ha visto segnare una doppietta, quando è stato aggredito con quattro calci. L'uomo aveva già 25 condanne per un totale di 37 reati, alcuni legati ad altri eventi calcistici.

La sanzione è di sedici settimane di prigione e 100 sterline di ammenda. Il giocatore aveva rivelato di aver ricevuto calci sulla gamba mentre l'uomo urlava: "Negro di m****".

Chiudi