L'Udinese si gode De Paul: 4 goal e una crescita esponenziale

Commenti()
Getty Images
Arrivato nell'estate del 2016 in Italia, Rodrigo De Paul è finalmente esploso: Velázquez lo ha valorizzato, lui ripaga a suon di goal e non solo.

Nell'Udinese che occupa il settimo posto in classifica, e che quindi ha dato un taglio alle recenti brutte stagioni, c'è sicuramente un giocatore che spicca rispetto a tutti gli altri: Rodrigo De Paul.

Con DAZN vedi oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Il calciatore argentino è arrivato in Italia nell'estate del 2016 e, dopo due stagioni fatte di atli e bassi, sembra aver trovato finalmente il suo momento. Gran parte del merito va attribuito a Julio Velázquez, allenatore arrivato in Serie A con un po' di scetticismo e che invece sta facendo ricredere tutti. La sua Udinese gioca a calcio senza troppi calcoli, concedendo qualcosa agli avversari ma anche arrivando in area avversaria con una certa facilità. 

Rodrigo De Paul è stato proprio il giocatore che più di ogni altro ha beneficiato di questo cambio di mentalità. Nel 4-2-3-1 del giovane tecnico spagnolo, l'ex Valencia gioca prevalentemente a sinistra, anche se non sono mancate le scorribande a destra. Nelle prime 5 giornate di campionato, l'argentino ha siglato la bellezza di 4 goal e 1 assist. Per capire la crescita del classe 1994 basta vedere le statistiche degli altri due anni in bianconero: l'anno scorso ha chiuso il campionato con 4 goal totali, due anni fa con 3.

Ma non bastano solo questi numeri. Rodrigo De Paul è diventato un cecchino: le sue 4 reti sono arrivate con solo 4 tiri in porta, senza possibilità di replica per i portieri avversari. In più ci sono anche 1 assist, 9 occasioni create per i compagni e ben 11 dribbling riusciti.

Ma l'ex Racing è cresciuto soprattutto dal punto di vista mentale: non si risparmia mai nemmeno in fase difensiva, capisce quando è il momento di non forzare la giocata, quando appoggiarsi ad un compagno o quando risolvere tutto con una giocata personale (come il goal pazzesco siglato contro il Chievo). 

Adesso non si vuole fermare e infatti ha già messo nel mirino il prossimo obiettivo: "Penso che la Nazionale sia un sogno, lo so che è difficile perché l'Argentina è ricca di grandi campioni, ma non smetto mai di segnare. Devo continuare a fare così e aspetto che arrivi la chiamata, ma sono fiducioso che arrivi". Parola di Rodrigo De Paul.

Chiudi