Notizie Risultati
Europei

L'Italia spara a salve in attacco: poco cinici Zaza, Eder e Pellè

00:11 CEST 03/07/16
Graziano Pellè Italy Spain Euro 2016
Dopo la sconfitta con la Germania, il problema più grande dell'Italia sembra ancora più evidente: manca gente di qualità in attacco e nei rigori è stato lampante.

Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile contro la Germania campione del Mondo, ma uscire dopo una serie infinita di calci di rigore, lascia l'amaro in bocca. Al netto della lotteria dei calci di rigore, però, è doveroso fare una disamina sulla qualità dell'attacco azzurro, che mai come in questa partita è apparso sottotono.

Gli uomini di Antonio Conte, infatti, hanno fatto molta fatica a creare occasioni pericolose contro la Germania, trovando di fatto poche limpide palle-goal e mantenendo a galla la partita solo con il rigore di Leonardo Bonucci nei tempi regolamentari.

Ad Eder e Graziano Pellè non si può certo rimproverare l'impegno, che non è mai mancato in tutto l'Europeo. Alla coppia italiana è mancato però, soprattutto oggi, una buona dose di qualità e cinismo. Caratteristiche che poi si sono fatte sentire ai calci di rigore.

Eder è dovuto uscire nei tempi supplementari per un dolore alla coscia. Graziano Pellè ha sbagliato in modo plateale il calcio di rigore. Zaza addirittura, subentrato dalla panchina proprio per tirare dal dischetto, ha mandato il pallone in curva. L'unico a salvarsi del pacchetto avanzato è stato Lorenzo Insigne, bravo a freddare Neuer. Rigore però poi inutile ai fini del risultato.