Notizie Risultati Live
Iraq

L'Iraq avrà il suo grande stadio: sarà pagato anche dai sauditi

11:58 CEST 27/04/18
UAE vs. Iraq - FIFA World Cup Qualifiers 2018
L'Iraq si appresta ad ospitare uno degli stadi più grandi al mondo: sarà pagato in parte dall'Arabia Saudita dopo una scommessa persa.

Quella del 28 febbraio scorso è stata una data molto importante per il calcio iracheno: i 'Leoni di Babilonia' sono tornati a giocare una gara internazionale in patria dopo tanti anni e, per l'occasione, l'avversaria è stata l'Arabia Saudita.

4-1 il punteggio finale in favore dei padroni di casa, un successo importante contro una squadra che si è qualificata al prossimo Mondiale e che quindi è accreditata come una delle migliori asiatiche in circolazione.

Il tutto come risultato di un avvicinamento tra i due Paesi, che ha portato anche ad una promessa da parte del re saudita Salman: in caso di sconfitta dei suoi, avrebbe contribuito alla costruzione di uno degli stadi più grandi al mondo in Iraq.

Promessa che alla fine dovrà essere mantenuta, come confermato dal primo ministro iracheno Hayder Al-Abadi. Queste le sue parole riportate da 'Sportmediaset': "Ho ricevuto una telefonata dal Re dell'Arabia Saudita Salman bin Abdul Aziz. Ha reso omaggio alla vittoria dell'Iraq ed espresso il suo impegno per espandere le relazioni positive tra i nostri due Paesi a diversi livelli. Ha anche offerto aiuto per la costruzione di uno stadio in Iraq che ospiterà 100mila persone. Abbiamo accolto con favore l'iniziativa, proponendola al Consiglio dei Ministri".

In realtà la capienza del nuovo impianto 'The Lyon of Babylon' dovrebbe essere di 135mila posti a sedere, leggermente meno rispetto ai 150mila che è in grado di ospitare il 'Rungrado May Day Stadium' di Pyongyang in Corea del Nord.

Per ora si conoscono solo i primi progetti che, a quanto pare, danno l'indicazione di uno stadio moderno e avveniristico. Chissà che non faccia da traino alle prestazioni della Nazionale irachena, alla ricerca di una qualificazione al Mondiale che manca dal 1986.