L'Inter risale non solo in campo: il miglior bilancio da 14 anni a questa parte

Commenti()
Getty Images
L'Assemblea dei soci ha approvato il bilancio 2016/17: rosso di 'soli' 24, 5 milioni di euro, il migliore degli ultimi anni. Crescono i ricavi.

Se in campo le cose vanno decisamente meglio anche fuori l'Inter vede finalmente la luce. L'Assemblea dei soci che si è svolta nella giornata di venerdì, infatti, ha approvato il bilancio 2016/17. Un bilancio con più luci che ombre.

Le perdite dell'Inter, ad esempio, sono scese a 'soli' 24,5 milioni di euro: il dato più basso degli ultimi 14 anni e che certifica il grande lavoro di Suning se si pensa come nel 2014/14 il rosso fosse addirittura di 140 milioni.

Inoltre in casa Inter aumentano anche i ricavi, pari a 318,2 milioni di euro plusvalenze comprese. In tal senso sono risultate fondamentali le sponsorizzazionii dalla Cina che hanno portato in cassa qualcosa come 55,6 milioni in più e hanno evitato la dolorosa cessione di Perisic.

Un vero e proprio extra budget ottenuto conteggiando in questo esercizio i 44 milioni legati alla ridenominazione della Pinetina con il brand Suning e gli 11,5 milioni di ricavi provenienti sempre da Suning per le Inter Academy e la condivisione di know-how tecnico con lo Jiangsu. 

Suning che d'altronde in questi anni ha già immesso nell'Inter qualcosa come 495,6 milioni e sempre più presente in società tramite la figura di Steven Zhang.

Da ieri infatti il figlio del numero uno è l'unico dirigente nerazzurro, insieme al presidente Thohir, a poter firmare da solo per l'acquisto di un giocatore (spesa massima 40 milioni di euro). Inoltre durante l'Assemblea è stata ratificata anche la nomina di Alessandro Antonello come nuovo amministratore delegato.

"L’Inter sta tornando. Ringrazio Luciano Spalletti e tutto lo staff per l’eccellente lavoro che stanno portando avanti. Tutti quelli che lavorano all’Inter lo fanno con il cuore", ha dichiarato Zhang jr.

Mentre Antonello si è preoccupato di tranquillizzare tutti sul capitolo Fair Play Finanziario annunciando: "Verso febbraio dovrebbe arrivare la conferma del raggiungimento dei nostri risultati".

Nonostante questo però la dirigenza ha fatto chiaramente intendere ai soci che almeno fino alla prossima estate non sono previste 'follie' di mercato. Per quelle, insomma, ci sarà ancora da attendere.

Chiudi