L'Inter espugna l'Olimpico, la rivincita di Spalletti sulla Roma: "Fortuna meritata"

Commenti()
L'Inter spazza via la Roma all'Olimpico con Icardi e Vecino, Spalletti castiga la sua ex squadra: "Noi fortunati, ma il rigore su Perotti non c'era".

L'accoglienza non era stata delle migliori, con i suoi ex tifosi che gli avevano riservato fischi assordanti durante la lettura delle formazioni. Il campo però ha dato a Luciano Spalletti  l'opportunità di cogliere con l' Inter la sua rivincita sulla Roma , superata in rimonta 3-1.

"Chiunque sa che quando vieni a giocare su questi campi o dimostri di avere un’idea o vieni schiacciato. Nel primo tempo sono stati più bravi di noi - ammette il tecnico nerazzurro ai microfoni 'Premium', descrivendo poi la svolta che sta cercando di portare all'Inter - Ora abbiamo iniziato a fare dei ragionamenti diversi rispetto a quelli precedenti, bisogna prendere confidenza con questi modi di fare, ma bisogna avere anche un briciolo di fortuna e stasera l’abbiamo avuta".

"La Roma ha fatto una buona partita, è stata sfortunata coi pali che sono stati tutti interni... Ma la fortuna va da chi ha il coraggio di fare certe cose e noi pur perdendo palloni sanguinosi abbiamo martellato e cercato di fare cose - continua Spalletti -  Con Joao Mario abbiamo fatto meglio nella ripresa, ma l'idea di calcio è stata proposta per 90 minuti e questo ti fa ribaltare le partite. Diciamo che siamo stati premiati e la squadra ha avuto questo credere in quello che fa".

Quanto ai fischi, Spalletti li collega alla querelle con Totti : " I tifosi pensano che io sia la causa del suo ritiro, ma io non c'ero quest'anno e loro potevano farlo continuare. Però i tottiani mi hanno fischiato, i romanisti mi han mandato tanti messaggi. Se ho abbracciato Totti? Non l'ho incontrato, sennò gli avrei dato tutta la mia amicizia".

Inevitabile parlare dell'episodio contestato dalla sponda romanista, il mancato calcio di rigore: " Quello su Perotti secondo me non è rigore - sentenzia il tecnico dell'Inter a 'Sky'-  Skriniar non prende la palla ma non entra in tackle, non gli dà la botta. E' un episodio di cui si può discutere, ma secondo me non è rigore. Icardi? Gli frega poco di venire a giocare in mezzo al campo, ma dipende da cosa vuoi fare. Si può avere anche un attaccante che non fa gioco basso ma che è cattivo nei 16 metri: Icardi è un grandissimo bomber di razza".

Chiudi