L'errore brucia ancora, Zaza chiede scusa: "Mi dispiace per gli italiani"

Dopo l'errore dal dischetto contro la Germania, Simone Zaza è sconsolato: "Ho sbagliato il rigore più importante della mia carriera..."

A due giorni dall'eliminazione ai rigori contro la Germania, il dispiacere per tutti gli italiani brucia ancora. Digerire una sconfitta come questa non è cosa da poco, soprattutto per i giocatori che hanno sfiorato un'impresa. Soprattutto per chi di loro si è reso protagonista di rigori discutibili, come Graziano Pellè e Simone Zaza, che si sono presi anche una bella serie di insulti e sfottò provenienti dal web.

Ieri vi abbiamo raccontato delle parole di scusa dell'attaccante del Southampton, ma è anche il turno di Simone Zaza. L'attaccante della Juventus', anche per la giovane età, difficilmente metterà alle sue spalle questo errore. Ecco le sue parole riportate dal 'Corriere dello Sport'.

"Ho sempre tirato così i rigori, facendo tutti quei passi, aspettavo che Neuer si buttasse, ma è andata male. Sono ancora convinto che i rigori li sbaglia solo chi si prende la responsabilità. Ho sbagliato il rigore più importante della mia carriera e me lo porterò dentro per tutta la vita, mi dispiace aver deluso gli italiani. Mi dispiace perché stavamo facendo una cosa straordinaria".

Zaza poi conclude: "L’errore mi renderà più forte, cercherò di riprendermi. Voglio che gli italiani sappiano cosa abbiamo fatto in Francia, abbiamo dato davvero tutto e non è giusto, per noi e soprattutto per l'Italia, che un episodio cancelli quello che abbiamo dato, col cuore. Conte? Ci ha dato un'impronta importante in questi anni, con lui abbiamo capito che andavamo oltre i nostri limiti".

Chiudi