L'erede di Verratti: Lucas Torreira, talento emergente della Sampdoria

Getty
Corteggiato da vari club europei, il piccolo uruguaiano sta disputando una grande stagione. Sarà uno dei protagonisti del prossimo mercato estivo.

"Non cambierò mai", sorrideva un giovane Lucas Torreira, circondado dalla famiglia e dagli amici d'infanzia mentre si godeva qualche giorno di vacanza a casa, a Fray Bentos, durante la pausa invernale.

Lui potrà anche essere lo stesso di sempre, ma ogni cosa attorno al centrocampista di Sampdoria e Uruguay sta cambiando.

"Sì, è vero, adesso la gente mi riconosce maggiormente - ha detto al quotidiano locale 'Ovacion' - In Uruguay non mi conoscevano così bene, visto che me ne sono andato molto giovane".

Torreira, 22 anni, ha lasciato casa all'età di 17, facendo le valigie per andare in Italia, a Pescara, prima ancora di aver calciato un pallone in patria.

Numero 10 abilissimo, ha colpito tutti sin da quando si è trasferito nella capitale per giocare nei Montevideo Wanderers, nel 2013, venendo così acquistato dal club italiano. Il quale, a sua volta, non ha potuto godere per molto tempo delle sue giocate, visto che poi è arrivata la chiamata della Sampdoria.

Lucas Torreira - Sampdoria

Torreira è passato alla Samp nel luglio del 2015, rimanendo però a Pescara una seconda stagione. Secondo un trend in grande crescita in Europa, Lucas ha seguito le orme di Leandro Paredes, che si è convertito da trequartista a regista davanti alla difesa.

"È stato durante il precampionato - ha raccontato Massimo Oddo, ai tempi allenatore del Pescara, a 'Repubblica' - Il club mi ha detto di valutarlo e che, in caso contrario, Torreira sarebbe stato rimandato in Uruguay. In lui ho visto intelligenza calcistica, personalità, forza fisica... ma voleva sempre avere il pallone sui piedi. Così gli ho detto: 'Perché non giochi come centrocampista difensivo e non come trequartista?'. E l'ho tenuto in prima squadra".

Potendo giostrare in campo aperto, Torreira ha trovato gli spazi che cercava per condurre il gioco e portare il Pescara alla promozione. Dando immediatamente vita al paragone con un ex biancazzurro come Marco Verratti.

Torreira ha messo in mostra la stessa forza e creatività che avevano permesso a Verratti, dopo Pescara, di ricevere la chiamata del PSG.

Alla Sampdoria, Torreira si è issato ai massimi livelli con quella che il direttore sportivo blucerchiato Carlo Osti ha definito "una facilità ridicola". Pilastro della squadra, Lucas ha aggiunto grinta in fase difensiva e disciplina tattica al proprio gioco, diventando un centrocampista completo.

Torreira NxGn Ita

Torreira è nella top 5 dei contrasti in questa stagione: ne ha completati 2,9 per partita in Serie A. Ed è pure nella top 15 del campionato dei passaggi per partita: ha una media di 61. Ha inoltre creato 33 opportunità da goal per i compagni.

Solo 10 giocatori nel massimo campionato italiano hanno subìto più falli di Torreira, che utilizza in maniera massiccia il proprio corpo per guadagnarsi calci di punizione da poter battere verso la porta. Due delle quattro reti messe a segno in questa stagione sono arrivate da calci piazzati, tra cui una, splendida, con un destro da grande distanza contro il Chievo.

"Se Torreira fosse alto 1 metro e 80, costerebbe già 100 milioni di euro e sarebbe considerato uno dei più forti registi al mondo - ha detto Marco Giampaolo al 'Corriere dello Sport' - Può giocare corto o lungo, vince i contrasti, ricomincia il gioco e sembra sempre capire in anticipo dove andrà il pallone. Andrà in un grande club che non farà caso alla sua statura".

Su di lui ci sono, tra le altre, Atletico Madrid, Inter, Milan, Juventus e Liverpool. Un interesse aumentato dopo l'esordio con la nazionale uruguaiana da parte di Torreira, avvenuto a marzo.

Adesso sembra davvero giunto il momento di un altro cambiamento. E, quando arriverà, sarà un trasferimento boom.

Scarica subito Goal+ per il tuo Samsung: l'app di statistiche che offre agli appassionati dati in tempo reale è ora disponibile sul dispositivo del momento

Chiudi