Notizie Risultati Live
Champions League

Le 48 ore di Lemonis all'Olympiacos: "Sono tornato per la Juventus"

11:57 CEST 27/09/17
Lemonis - Olympiacos
Takis Lemonis, richiamato sulla panchina dell'Olympiacos dopo la sconfitta contro l'AEK, ammette: "Non c'era tempo, ho chiesto di dare tutto".

48 ore per preparare la trasferta in casa della Juventus . Non è certo un debutto facile quello di Takis Lemonis , tornato sulla panchina dell' Olympiacos solo lunedì dopo l'esonero di Hasi in seguito alla brutta sconfitta contro l'AEK Atene.

Il tecnico, come detto, aveva già allenato l'Olympiacos prima dal 2000 al 2001 e poi ancora dal 2006 al 2008, battendo pure la Lazio all'Olimpico sette anni fa.

Ripetere l'impresa in casa della Juventus però sarà tutt'altro che facile e Lemonis non lo nasconde: "Cosa mi ha fatto tornare all’Olympiacos? Una parola: Juventus. Non c’era tempo per pensare ad altro. Per me iniziare con la Juventus è impegnativo ma anche stimolante.

Ho detto ai giocatori che dobbiamo cancellare l’immagine negativa data finora, che se sono all’Olympiacos vuol dire che hanno grandi qualità, che dobbiamo entrare in campo allo Stadium con l’idea di divertirci e rientrare poi negli spogliatoi con la consapevolezza di aver dato tutto".

Oltre a quella di Lemonis molto interessante è anche la storia del portiere Proto, che torna in campo dopo un lungo stop causa infortunio e ammette: "Mio padre è siciliano e riuscire a tornare in campo contro la Juventus dopo aver quasi rischiato di smettere col calcio fa di questa serata di Champions un momento per me particolare".