Lazio, Inzaghi ripensa all'addio di Biglia: "Sono rimasto allibito"

Commenti()
Getty
Simone Inzaghi da Auronzo: "Keita? Va fatta chiarezza. Borini era nostro, poi ha scelto il Milan. E Biglia me lo immaginavo capitano per 4 anni".

Ultima amichevole del ritiro di Auronzo di Cadore per la Lazio: i biancocelesti sfideranno la SPAL, neopromossa nella massima serie. Ma è inevitabile che, più che della sgambata contro i ferraresi, l'argomento principale delle parole di Simone Inzaghi riguardi il calciomercato.

In conferenza stampa, il tecnico parla ad esempio della situazione relativa a Keita: "Ha avuto un problemino prima della seconda amichevole, poi ci sono state le voci di mercato, per quello l'ho escluso dalla gara con la Triestina. Ma si sta allenando bene e con la SPAL giocherà. Dobbiamo capire se possiamo puntare su di lui: non ho preclusioni, ma va fatta chiarezza".

In attacco si parla di Diego Falcinelli, ma anche di un nome illustre come Carlos Bacca: "Due ottimi attaccanti - li definisce Inzaghi - ma forse è meglio non fare uscire i nomi. Abbiamo visto cos'è accaduto con Borini...".

Già, cos'è accaduto? Lo spiega lo stesso allenatore: "Ci avevo già parlato, sembrava che fosse già un nostro giocatore. Questo poteva essere il suo posto ideale. Ma poi ha scelto il Milan e ce ne siamo fatti una ragione. Ora dobbiamo trovare in fretta un altro attaccante".

Si chiude con Lucas Biglia: "Ho provato fino all'ultimo a trattenerlo, lo consideravo un punto di riferimento. Ma ha scelto un nuovo progetto. Quando me l'ha detto sono rimasto allibito: non avrei mai pensato che la sua scelta sarebbe stata questa, me lo immaginavo capitano per altri 4 anni. Ma nel calcio tutto cambia velocemente: guardate Bonucci...".

Chiudi