Lazio-Inter, le pagelle: De Vrij errore decisivo, Vecino determinante

Commenti()
La Lazio viene tradita da De Vrij e Lulic, si salvano Felipe Anderson e Milinkovic Savic. Nell'Inter bene Karamoh e Vecino, Icardi in chiaroscuro.

LAZIO


STRAKOSHA 5:  Il suo errore in disimpegno costa alla Lazio il gol del 2-2 e già in occasione del goal di D'Ambrosio non aveva convinto.

LUIZ FELIPE 5.5: Gioca una gara sufficiente, senza infamia nè lode. Nel finale, però, rischia il secondo cartellino giallo. 

DE VRIJ 5: Per 75 minuti è impeccabile, quasi perfetto se si tiene conto delle difficoltà emotive della sua gara. Il fallo da rigore commesso su Icardi, però, costa un'intera stagione. (85’ NANI S.V.)

RADU 6 : Lotta come di consueto, la sua sostituzione pesa nella fase difensiva laziale. ( 76’ BASTOS S.V.) :

MARUSIC 6.5: Ha il merito di scagliare il tiro che vale il primo goal, poi gioca una buona gara anche se, come molti compagni, cala nel finale.

MURGIA 5.5: Sfiora il goal a inizio gara, poi pian piano sparisce dal gioco.

LUCAS LEIVA 6: Non ha particolari demeriti, ma soprattutto sul piano dell'esperienza e della tenuta mentale ci si aspettava di più. 

MILINKOVIC-SAVIC 6.5: Devastante. Si dimostra un giocatore di primissimo livello: prima offre a Marusic il pallone del primo goal, poi sfiora un gol magnifico su punizione. Gioca una gara meravigliosa, macchiata però dal determinante duello aereo perso con Vecino.

LULIC 5.5: Gioca una buona gara, inventa l'assist per Felipe Anderson ma poi rovina tutto con un'espulsione ingenua e determinante.

FELIPE ANDERSON 7: Gioca la sua miglior partita stagionale: aiuta i compagni in difesa, riparte, segna, lotta. L'arma in più di una Lazio in evidente difficoltà atletica, stasera.

IMMOBILE 5.5: Gioca male, ma scende in campo in evidente difficoltà atletiche e si vede.  (75’ LUKAKU 5.5: Entra un po' a sorpresa per sostituire Immobile e non riesce ad aiutare i compagni )


INTER


HANDANOVIC 6: Beffato da Perisic prima e da Felipe Anderson poi, dà comunque sicurezza tra i pali.

CANCELO 6: Alterna cose buone a cose meno buone, ma nella ripresa la sua spinta aiuta non poco la squadra di Spalletti.

SKRINIAR 6: Le condizioni di Immobile gli rendono più semplice il compito, lui fa il suo dovere senza strafare.

MIRANDA 5.5: Meno sicuro di altre volte, appare un po' titubante in più di un'occasione.

D’AMBROSIO 6.5: Goal pesantissimo il suo, a coronamento della stagione che ha visto la sua definitiva rinascita. (81’ RANOCCHIA S.V.)

VECINO 7: Gioca una gara insufficiente, ma trova il goal che pesa come un macigno e salva la stagione dell'Inter.

BROZOVIC 6: Nel primo tempo si vede poco, nella ripresa cresce e con lui l'Inter.

CANDREVA 5: Ancora una prova negativa, l'ennesima. Male anche stasera. (61’ EDER 6: Dà un po' di vivacità in avanti, pur senza mai riuscire a fare la differenza).

RAFINHA 5: Il suo apporto viene a mancare proprio nel match più importante della stagione. (68’ KARAMOH 6.5: Buon impatto sul match, impreziosito dal tocco di prima per Icardi dal quale nasce il calcio di rigore del 2-2)

PERISIC 5.5: Sfortunato in occasione dell'autogol iniziale, non è in serata di grazia e quando se ne accorge si limita all'ordinario.

ICARDI 6 : Si procura e trasforma il rigore che gli vale il titolo di capocannoniere - in coabitazione con Immobile - e che, soprattutto vale la Champions all'Inter.

 

Chiudi