La storia è con Griezmann: vincerà la Champions entro due anni

Commenti()
Getty Images
Solo in tre, prima di Griezmann, erano stati premiati col titolo di MVP da capocannonieri: Gerd Müller, Platini e van Basten. Tutti campioni d'Europa per club entro breve.

Anche la UEFA ha dato ragione al pensiero comune: il miglior giocatore dell'Europeo appena andato in archivio è stato Antoine Griezmann. Nonostante il dolorosissimo ko rimediato dalla Francia nella finale dello Stade de France contro il Portogallo.

È la prima volta nella storia della competizione, come sottolinea Opta, che a un calciatore viene riconosciuto il premio di miglior giocatore senza che questi abbia alzato la coppa. Ma, al contrario, non è certo la prima volta che l'MVP degli Europei è allo stesso tempo il capocannoniere (6 le reti messe a segno da Griezmann). Ed è un dato che consola il giocatore dell'Atletico Madrid più di quanto sembri.

Tutti e tre i giocatori premiati da re dei cannonieri, come ricorda 'Marca', hanno successivamente alzato la Coppa dei Campioni entro due anni: è toccato a Gerd Müller nel 1974, due anni dopo il successo europeo con la Germania, a Michel Platini nel 1985 e a Marco van Basten nel 1989.

Una statistica chiaramente fine a se stessa, ma consolatoria per un Griezmann tanto bello quanto incompiuto: arrivato all'Atletico Madrid poche settimane dopo il trionfo in Liga del 2014, il francese ha soltanto sfiorato campionato e soprattutto Champions League, arrendendosi al Real Madrid e sbagliando un rigore nella drammatica serata di Milano.

Chiudi