La Sampdoria nega Bogliasco a Cassano: "Ferrero, Romei e Giampaolo senza palle"

Commenti()
Getty
Antonio Cassano non potrà continuare ad allenarsi a Bogliasco per decisione della Sampdoria: "Il motivo? Sono troppo ingombrante!".

Quanto sono lontani i tempi in cui Antonio Cassano era l'idolo della tifoseria della Sampdoria. L'attualità è ben diversa: il club ha negato all'attaccante la possibilità di continuare ad allenarsi al centro sportivo di Bogliasco, come faceva (assieme alla Primavera) da quando era stato messo fuori rosa. Gli accordi in tal senso erano fino al 28 febbraio, appunto: il giocatore aveva chiesto di andare oltre, trovandosi di fronte il secco no da parte della società.

Extra Time - Dani Alves torna decisivo con Joana

"Sono triste, la cosa che mi dispiace di più è non potermi allenare con i ragazzi - le parole di Cassano al riguardo, ai microfoni di 'Sky' - Ringrazio Pedone e tutto il suo staff, sono stati fantastici. Ringrazio anche tutti i ragazzi, ho imparato molto da loro, ma nella vita si va avanti".

Cassano, che è stato salutato in maniera molto calorosa dai giovani della Samp, lancia poi una frecciata alla dirigenza: "I 'signori' vi diranno perchè non hanno voluto che mi allenassi ancora con la Primavera. Sul perchè non abbiano voluto che continuassi ad allenarmi ho delle idee molto chiare, al momento opportuno lo dirò senza problemi. Adesso farò il papà felice a casa".

L'ennesima puntata, quella odierna, di una telenovela che narra di un rapporto ormai deteriorato in maniera irrimediabile. Niente allenamenti con la Primavera, dunque, per Cassano, e niente nuova squadra, visto che alle 19 si è chiusa la finestra di mercato riservata agli svincolati.

L'articolo prosegue qui sotto

L’attaccante barese ha poi utilizzato il profilo Twitter della moglie, Carolina Marcialis, per lasciarsi andare ad un duro sfogo: “Dopo una sceneggiata degna di Oscar con regia Ferrero/Romei/Giampaolo oggi pomeriggio in assenza di palle hanno pensato bene di comunicarmi tramite Carlo Osti che da domani non potrò più allenarmi con i ragazzi della primavera della Sampdoria. Motivazione?! 'Troppo ingombrante!’. Quindi si chiude qui definitivamente il 'capitolo Sampdoria' e ci tenevo a ringraziare solo poche persone tra cui Ciccio Pedone e tutto il suo staff per avermi dato la possibilità di allenarmi con loro. E poi ringrazio tutti i ragazzi della primavera che oggi mi hanno fatto emozionare dimostrandomi affetto e stima”.

Cassano ha anche svelato quali sono i suoi piani futuri: “Continuerò ad allenarmi perché so che posso ancora dare tanto al calcio".

 

Chiudi