La Roma riscopre Pellegrini: prestazione super 'alla Pastore'

Commenti()
Getty Images
Prestazione super di Lorenzo Pellegrini nel derby: quantità e qualità per il classe 1996, che si rilancia dopo un'inizio di stagione in sordina.

L'inizio di stagione di Lorenzo Pellegrini alla Roma è stato al di sotto delle aspettative. Nelle sue tre apparizioni come titolare in campionato l'ex Sassuolo non è riuscito a convincere Di Francesco a farlo diventare un titolare del centrocampo giallorosso, non fornendo quel mix tra quantità e qualità richiesto.

Con DAZN avrai oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Per questo motivo sia contro il Frosinone che nel derby di oggi non è stato preso in considerazione nell'undici iniziale. L'infortunio di Pastore a metà primo tempo ha aperto a Lorenzo le porte del campo.

E stavolta, schierato come trequartista nel 4-2-3-1, il ragazzo classe 1996 non si è lasciato sfuggire l'occasione di dimostrare il proprio valore e la propria personalità. Lo splendido colpo di tacco dell'1-0, l'assist su calcio di punizione per il 3-1 definitivo di Fazio ma soprattutto una presenza costante nel cuore del match, sia con giocate di qualità in fase offensiva che con coriacei interventi in ripiegamento difensivo.

L'articolo prosegue qui sotto

Si tratta della seconda partita in Serie A nella quale riesce a fare goal ed assist contemporaneamente: la prima volta nell'ottobre del 2016 con la maglia neroverde contro il Milan.

Una prestazione che sicuramente rilancia le quotazioni del numero 7 della Lupa non solo in vista del match di Champions League contro il Viktoria Plzen ma anche per il prosieguo della stagione.

La voglia di sacrificarsi potranno infatti consentirgli di essere schierato indistintamente come trequartista, interno del centrocampo a tre o anche in mediana, ossia adattabile a tutti i diversi ruoli che verrano scelti da Di Francesco.

Chiudi