La notte dell'Argentina: l'omaggio a Maradona poi il pareggio con il Cile

Ultimo aggiornamento
Getty Images

La notte dedicata alle qualificazioni al mondiale qatariota del 2022 è stata inaugurata dal ricordo di Diego Armando Maradona. La nazionale argentina, impegnata all' 'Único Madres de Ciudades Stadium' nel match contro il Cile, ha reso omaggio al 'Pibe de Oro' svelando una statua in bronzo eretta all'esterno dell'impianto di Santiago del Estero.

Per Messi e compagni, infatti, si trattava del primo impegno ufficiale seguente alla scomparsa dell'ex stella del Napoli. La statua a lui dedicata lo raffigura con le mani ai fianchi e un pallone ai piedi.

Nella parte inferiore del monumento celebrativo è stata posta un'iscrizione con il nome, le date di nascita e di morte del fuoriclasse argentino seguite dal simbolo dell'infinito.

Dopo il tributo al suo calciatore più rappresentativo, l'Argentina è scesa in campo per affrontare il Cile. Match poi conclusosi sull'1-1 e che ha visto protagonisti diverse conoscenze della nostra Serie A: Rodrigo De Paul e Lautaro Martinez in campo dal 1' insieme all'atalantino Cristian Romero, all'esordio in nazionale maggiore.

La partita è stata sbloccata, manco a dirlo, dal solito Messi che al 24' ha trasformato il rigore del provvisorio vantaggio. Dodici minuti più tardi è arrivato il conto pari cileno firmato da un altro 'italiano' presente sul terreno di gioco: Alexis Sanchez