La Lazio di Tare: "Rimasto nonostante le offerte, ma quelle minacce dopo la cessione di Hernanes..."

Commenti()
Getty Images
Tare: "Lazio, a gennaio più uscite che entrate. Nonostante alcune offerte ho deciso di restare. Momenti difficili dopo la cessione di Hernanes".

Tra i fiori all'occhiello della Lazio di queste ultime stagioni c'è sicuramente l'attività svolta come direttore sportivo da Igli Tare. L'albanese è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Sky Sport per parlare di questi suoi anni di attività.

Guarda su DAZN oltre 100 match di Serie A e tutta la Serie B: attiva ora il tuo mese gratuito!

Nonostante molte offerte dall'estero, frutto di campagne acquisti soddisfacenti, Tare ha deciso di restare a Roma.

"Cerco sempre giocatori fisici, tecnici e con un certo linguaggio del corpo, è fondamentale. In questi anni sono andato sempre in questa direzione. Nonostante mi siano arrivate offerte lunsighiere da società estere ho deciso di restare, per me conta molto il presente che vivi e qui sono sempre stato molto bene".

Anche per ricambiare la stima e l'affetto del presidente Lotito, che lo ha lanciato nella mischia quando ancora non era del tutto pronto.

"Lotito in quel momento è stato un pazzo vero e proprio, io volevo continuare a giocare ed invece mi sono ritrovato a fare il direttore sportivo. All'inizio mi seguiva passo passo nel corso delle trattative, a poco a poco sono diventato totalmente autonomo".

Non sono però mancati i momenti nei quali le cose non sono andate per il verso giusto, tanto da fargli pensare di lasciare tutto.

"Ci sono stati anche momenti difficili nei quali ho pensato di mollare a causa di situazioni gravi che hanno coinvolto anche la mia famiglia, come minacce di morte dopo la cessione di Hernanes. Da quel momento per quanto mi riguarda qualcosa è morto con riferimento al calcio".

L'articolo prosegue qui sotto

Infine uno sguardo all'attualità. A gennaio ci saranno principalmente operazioni in uscita.

"Ci saranno più operazioni in uscita che in entrata, ci sono elementi che hanno bisogno di giocare. Solo in caso di qualche cessione effettueremo qualche operazione in entrata".

Prossimo articolo:
Classifica marcatori Serie A 2018/2019
Prossimo articolo:
Probabili Formazioni Serie A
Prossimo articolo:
Pogba, altra stilettata a Mourinho: "Ora sappiamo dove andare"
Prossimo articolo:
Barcellona a rischio esclusione dalla Coppa del Re: ha schierato un giocatore squalificato
Prossimo articolo:
Calciomercato gennaio 2019, quando inizia e quando finisce?
Chiudi