La Fiorentina dopo il Derby, Gattuso: “Vittoria importante, ma siamo stanchi”

Commenti()
Getty Images
Il tecnico del Milan, Gennaro Gattuso, parla alla vigilia della sfida con la Fiorentina: “Siamo stanchi, credo che Donnarumma ci sarà".

Reduce dalla vittoria ottenuta ai supplementari in Coppa Italia contro l’Inter, che le ha permesso di qualificarsi per le semifinali del torneo, il Milan torna a concentrarsi sul campionato e lo fa sapendo che avrà bisogno di un risultato positivo per mettersi alle spalle le recenti sconfitte patite contro Verona ed Atalanta.

La compagine meneghina affronterà a Firenze la Fiorentina e Gennaro Gattuso, alla vigilia del match del Franchi, ha spiegato: “Il Derby è stato importante, conosciamo i problemi che abbiamo avuto, ma ci ha dato tanta forza. Adesso siamo chiamati ad affrontare una Fiorentina che sta vivendo un buon momento e arriviamo a questa partita con tanta stanchezza. Non voglio mettere le mani avanti, le cose però stanno così. Abbiamo qualche giocatore acciaccato da valutare, oggi abbiamo fatto realmente poco perché i ragazzi hanno speso tanto. La vittoria nel Derby ci consente però di lavorare con maggiore tranquillità”.

Il Milan è chiamato a dare ulteriori segnali di crescita: “Abbiamo giocato una buona gara anche con l’Atalanta, abbiamo fatto bene anche in fase difensiva soffrendo pochissimo. Ciò che mi è piaciuto nel Derby è stato lo spirito della squadra, abbiamo corso per 120’ tenendo anche bene il campo. Ho visto cose interessanti sia sotto il profilo tattico che sotto quello della mentalità”.

Il tecnico rossonero si è soffermato anche sulla Fiorentina: “E’ una squadra ben organizzata che sa palleggiare. Gioca con il 3-5-2, si muove bene in avanti e prende pochi goal. Si vede che è allenata bene, sa tenere il campo e propone un bel calcio. Non è semplice da affrontare”.

Il Milan ha ancora qualche problema in attacco: “I numeri dicono che sono stati 317 i tiri effettuati e 23 i goal segnati. A volte ci dice anche male, dobbiamo però fare meglio. E’ una statistica che va migliorata, l’importante però è arrivare alla conclusione”.

Gattuso sembra aver già sciolto il dubbio legato alla presenza di Gianluigi Donnarumma: “Si è allenato oggi, io penso proprio che giocherà”.

GATTUSO PS

Contro la Fiorentina dovrebbe avere una chance importante Cutrone: “Credo che da quando sono arrivato si veda qualche verticalizzazione in più. Ci piace anche palleggiare, negli ultimi 20 o 30 metri però cerchiamo sempre il taglio o della punta o dell’attaccante esterno. Cutrone ha questo tipo di caratteristiche, anche Kalinic fa dei buoni tagli, a volte la palla gli arriva e altre volte no”.

Nonostante sia arrivato da poco, Innaurato si appresta a lasciare il Milan per raggiungere Montella al Siviglia: “Oggi ha salutato la squadra. Restiamo con Dominici e Tenderini, non arriveranno altri preparatori. Innaurato è rimasto con noi per 45 giorni e voglio ringraziarlo per la professionalità dimostrata. Ha scelto così e da parte mia e della società c’è stata massima apertura. Lui è stato sempre abituato ad essere il primo preparatore”.

Gattuso ha recentemente avuto la possibilità di incontrare Li Yonghong: “Ha parlato alla squadra e le sue parole mi hanno reso molto felice. E’ un momento di difficoltà questo, dobbiamo restare uniti. La società crede in questi giocatori e nelle persone che rappresentano il Milan. Ho incontrato una persona di poche parole, ma chiare”.

Il tecnico rossonero ha parlato delle condizioni atletiche della squadra: “Se devo essere sincero siamo alla canna del gas. C’è tanta stanchezza, abbiamo avuto pochissimo tempo per preparare questa partita. Oggi ho visto molta stanchezza, spero di non riverbera domani, anche perché contro la Fiorentina bisognerà giocare da squadra vera, altrimenti sarà dura”.

Il Milan potrebbe provare a sfruttare la sessione di calciomercato invernale per colmare qualche lacuna: “Io voglio solo lavorare con questo gruppo e spero di non perdere nessuno per strada. Questa squadra può fare molto di più di così. Sono contento dei giocatori che ho a disposizione”.

In Coppa Italia, contro l’Inter, si è rivisto Calhanoglu: “Ha fatto molto bene, è da diverso tempo che non giocava così tanti minuti. Vedremo domani, al momento ho ancora qualche dubbio sulla formazione. Calhanoglu è un giocatore importante, ha grandi qualità e dal punto di vista balistico ha caratteristiche che hanno in pochi qui al Milan. Se migliora sotto il profilo fisico potrà darci una grande mano”.

Gattuso ha svelato cosa ha detto alla sua squadra prima dei supplementari con l’Inter: “Ho detto ai ragazzi che non dovevamo mollare, che dovevamo continuare a soffrire. Per noi era fondamentale”.

Il tecnico rossonero sa in cosa deve migliorare la sua squadra: “Contro l’Atalanta, dopo il goal annullato, sembravamo cani bastonati. Abbiamo bisogno di cose positive, perché in questi mesi la squadra ha dato l’impressione di non saper reagire dopo le difficoltà. Ci servirebbe qualche episodio a favore”.

Gattuso è tornato su Cutrone: “Ha fatto nove goal in questa stagione, non mi sembra uno di quei ragazzi che si monta la testa. Sa che può diventare un giocatore di alto livello ed ha grande voglia. Quando si sta scaldando e lo chiami si toglie la tuta in un secondo, è uno che ci mette poco ad infiammarsi”.

A Firenze, Gattuso incontrerà quel Pioli che l’avrebbe voluto al Bologna: “Io stavo facendo il Master a Coverciano, non ero sicuro di poter tornare a giocare come prima, venivo anche dal problema agli occhi. Scelsi di andare al Sion, ma la cosa mi fece molto piacere. Sapevo che in Italia non potevo giocare con una maglia diversa da quella del Milan”.

Gattuso non vuole ancora parlare di svolta dopo il Derby: “Non lo so, noi dobbiamo pensare ad una partita per volta. Voglio rivedere quegli atteggiamenti visti ultimamente. Speriamo adesso di chiudere bene il girone d’andata”.

 

Chiudi