Kolarov come Selmosson: goal nel Derby con Lazio e Roma

Commenti()
Getty Images
Kolarov diventa il secondo giocatore nella storia del derby capitolino a segnare sia con maglia della Lazio che con quella della Roma.

Esultare per una vittoria ottenuta sia con la maglia della Lazio , sia con quella della Roma , non è poi un caso rarissimo. Difficile, ma comunque accaduto diverse volte nella storia del derby capitolino. Esultare in maglia biancoceleste per un goal segnato e farlo con la casacca giallorossa anni dopo, beh è prerogativa di due soli giocatori. Uno dei quali, Aleksandar Kolarov.

Con DAZN avrai oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Punizione al bacio, nonostante una barriera mal posizionata e un Strakosha poco attento, e 2-1 della Roma segnato da Kolarov. Il terzino serbo, specialista mondiale di questa particolare disciplina, non ha dato scampo al portiere albanese riportando i suoi avanti dopo il momentaneao pareggio di Immobile, abile a sfruttare l'indecisione di Fazio.

"Sapevo che avrei segnato nel derby contro la Lazio prima o poi" ha evidenziato Kolarov nel post partita, vinta dalla Roma per 3-1. Nonostante le stagioni passate dall'altra parte, l'ex City ha esultato parecchio. Anche considerando i tanti anni passati dall'ultima gara con i biancocelesti.

E' passato un decennio dall'altro goal nel Derby segnato da Kolarov. Era il 2009 e il serbo partecipò alla festa biancoceleste, segnando nel 4-2 finale con cui la Lazio superò la Roma. Un'era fa, allora nessuno avrebbe puntato un euro sull'eventuale passaggio in giallorosso del terzino sinistro. Che ha avuto nell'esperienza inglese al Manchester City l'intermezzo necessario per essere accettato dai suoi vecchi tifosi avversari.

L'articolo prosegue qui sotto

Si diceva, il secondo. C'è un precedente di un giocatore capace di segnare con la maglia di Lazio e Roma nel Derby capitolino. Bisogna andare indietro fino agli anni '50, quando in Serie A erano protagonisti diversi svedesi. Uno di questi era Arne Selmosson.

In Italia con le maglie di Udinese, Lazio e Roma, Selmosson, scomparso nel 2002, giocò per i biancocelesti tra il 1955 e il 1958, per poi passare direttamente ai giallorossi e rimanerci fino al 1961. Lo svedese segnò ben cinque reti nel Derby, due con l'Aquila, tre con la Lupa.

Sessant'anni dopo innumerevoli giocatori passati da una parte e dall'altra, alcuni dei quali sia con la maglia della Roma che con quella della Lazio, un nuovo protagonista dal cuore diviso. Prima biancoleste, poi giallorosso. Un professionista che ha, e sta dando, il meglio per il suo club.

Chiudi