Juventus-Manchester United, le pagelle: Ronaldo incanta, De Gea decisivo

Ultimo aggiornamento
Commenti()
Ronaldo incanta ancora i tifosi della Juventus, male Matuidi e Cuadrado. Nel Manchester United spicca Mata, delude invece Martial.


JUVENTUS


Guarda su DAZN oltre 100 match di Serie A e tutta la Serie B: attiva ora il tuo mese gratuito!

SZCZESNY 5.5: Incerto sull'uscita chiave. Fondamentale in cui deve migliorare alacremente per diventare un top. Mette la manona su Rashford.

DE SCIGLIO 6.5: Spinge con costanza, gettando nella mischia palloni invitanti. Bene anche nelle chiusure. Insomma, è in crescita totale. (83' BARZAGLI SV).

BONUCCI 6.5: Eccelle per eleganza, ma anche per lucidità. Classe allo stato puro. Disinnesca, con facilità, gli attaccanti ospiti. Regala a CR7 una palla commovente. Traballa nel suicidio collettivo.

CHIELLINI 6.5: Le noie muscolari sono alle spalle. Getta in campo tutto quello che ha. Buone o cattive la sostanza non cambia: dalle sue parti non si passa. Mai.

ALEX SANDRO 5.5: Propositivo e volitivo in entrambe le fasi. Macina chilometri di profitto. Rovina, a suon di sfortuna, il finale. Individuale e corale.

KHEDIRA 6.5: Rientra dall'infortunio e, per poco, non timbra l'appuntamento con il goal. Centra un palo e dimostra di avere una buona tenuta fisica. Una notizia confortante, per Allegri, in vista della trasferta di Milano. (61' MATUIDI 5: Non è in perfette condizioni, e si vede. Atterra ingenuamente Pogba e, soprattutto, riapre una gara fin lì chiusa. Male).

PJANIC 6: Ok, le giocate sono giuste. Ma da uno come lui ci aspetta di più. Più sciabola che fioretto. Si scontra contro la bravura targata De Gea. Anch'egli si iscrive al club degli spreconi.

BENTANCUR 6.5: Prestazione, senza giri di parole, mostruosa. Si allarga sulla fascia sinistra per raddoppiare e, inoltre, con la palla tra i piedi opta sempre per la giocata giusta.

CUADRADO 5: In certe letture mette a dura prova i nervi del popolo bianconero. Come se non bastasse, si divora un goal enorme. Imperdonabile.

RONALDO 7.5: Serve a Khedira una possesso al bacio, mettendosi a completa disposizione della squadra. Poi, pressoché dal nulla, s'inventa un cioccolatino da cinque volte Pallone d'oro. Il primo in Champions League da quando veste la casacca zebrata.

DYBALA 6.5: Autore di quattro reti nell'edizione corrente dell'Europa che conta, palesa un grande feeling con questa competizione. Bello, bellissimo, il legno che trova nella ripresa.


MANCHESTER UNITED


DE GEA 7.5: Attento, reattivo e preciso. Prossimo ai saluti a parametro zero, rappresenta una nitida occasione per tutti i top club europei. Nel primo tempo gestisce sapientemente un cross deviato di Cuadrado. Si supera – con una mano – su Pjanic. Mostruoso.

YOUNG 6: Si porta avanti con eccessiva titubanza, perdendo parecchi duelli individuali. Ma ha il merito di creare i presupposti per il colpo gobbo.

SMALLING 5.5: Patisce, e non poco, gli spostamenti senza palla dei centravanti juventini.

LINDELOF 5: Stilisticamente non eccezionale, ma con l'efficienza a tratti se la cava. Naufraga quando CR7 gli scappa alle spalle.

SHAW 5.5 : Fatica controllare gli elementari movimenti di Cuadrado, sbagliando persino gli appoggi più banali.

HERRERA 5: Soffre il passo dei dirimpettai bianconeri. Insolitamente po' troppo anarchico dal punto di vista tattico. (79' FELLAINI 6: Fosforo al potere, e mette la testa nel lampo da tre punti).

MATIC 5.5: Pronti via si becca un giallo tendente all'arancione, mantiene la posizione rinunciando difatti a impostare.

POGBA 6: Riceve gli applausi dei suoi ex tifosi, tenta un flebile destro a giro nella prima frazione di gara e, ancora una volta, dimostra di essere un lontano parente del giocatore tanto ammirato nella nazionale francese. Furbo nel portare a casa la punizione che sfocia nell'1-1.

L'articolo prosegue qui sotto

LINGARD 5: Abbassa il raggio d'azione per favorire lo sviluppo della manovra, tuttavia offre un contributo impalpabile. (70' RASHFORD 6.5: Un bel peperino).

SANCHEZ 5.5: Parte bene, dopodiché si perde completamente. Nel dettaglio, poco assistito (e male) dai compagni. (79' MATA 7: Entra, segna e sostanzialmente la decide).

MARTIAL 5: Avrebbe le doti per spaccare il mondo e, seppur a targhe alterne, ultimamente ha fatto capire di essere un giocatore importante per i Red Devils. Allo Stadium, però, è piena serata anonima.

Prossimo articolo:
Football Manager 2019 talenti: i migliori giovani portieri, difensori, centrocampisti e attaccanti
Prossimo articolo:
Zero minuti in campionato, titolare contro gli Stati Uniti? Kean può stupire
Prossimo articolo:
Euro 2020: formula, sorteggio, calendario e date
Prossimo articolo:
Calendario Serie C Girone B 2018/2019
Prossimo articolo:
Calendario Serie C Girone A 2018/2019
Chiudi