Notizie Risultati Live
Juventus

Juventus, De Ligt rivela: "Sarri mi aveva detto che il primo mese sarebbe stato duro"

12:11 CEST 31/08/19
Paulo Dybala Matthjs De Ligt Parma Juventus
De Ligt sulla panchina in Parma-Juventus: "Normale per un giovane che arriva in un top club. Stupito dalle visite, hanno controllato anche i denti".

L'inizio dell'avventura alla Juventus non è stato semplicissimo per De Ligt che contro il Parma, un po' a sorpresa, è rimasto in panchina per novanta minuti.

Con DAZN segui 3 partite della Serie A TIM a giornata IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Il difensore olandese però in una lunga intervista concessa al 'De Telegraaf' non sembra sorpreso dalla scelta di Sarri.

"Mi stupiscono le critiche che ho letto sui social perché non ho giocato una partita. Il mio processo è quello di un ragazzo giovane che arriva in un top club europeo".

Sarri peraltro aveva già avvisato De Ligt sulle difficoltà che avrebbe incontrato all'inizio.

"Mi ha spiegato che il primo mese di allenamenti sarebbe stato un grande cambiamento per me, come succede a tutti i difensori che lavorano con lui. Ecco perché non sono preoccupato per la panchina di Parma. Ogni giorno mi sento meglio e più forte".

De Ligt è stato subito colpito dal mondo Juventus, a partire dalle minuziose visite mediche.

"Sono durate un'ora e mezza, hanno controllato anche i miei denti. Hanno studiato il mio potenziale fisico e la conclusione mi ha sorpreso positivamente perchè posso crescere ancora molto".

Quindi il difensore racconta l'alto livello degli allenamenti in bianconero.

"Volano scintille, tutti vogliono vincere sempre. Ma non è vero che si fanno solo placcaggi come Gentile".

Infine De Ligt rivela qualche retroscena sulla sua vita privata in Italia.

"Ho lezioni di italiano da un'ora e mezza al giorno per cinque giorni a settimana, la mia fidanzata fa tre ore di lezione ogni giorno lavorativo. Vogliamo adattarci il più rapidamente possibile".