Juventus, Chiesa primo obiettivo ma Commisso fa muro: "Neanche per 100 milioni"

Commenti()
Getty Images
Chiesa avrebbe già un accordo di massima con la Juventus ma il nuovo presidente della Fiorentina non vuole cederlo: "Non abbiamo bisogno di soldi".

Sarebbe il regalo perfetto per Maurizio Sarri ma portare Federico Chiesa alla Juventus sarà più difficile del previsto. A complicare i piani di Paratici è stato l'arrivo alla Fiorentina di Rocco Commisso.

Segui Copa America e Coppa d'Africa live e in streaming su DAZN

Il nuovo proprietario della Viola infatti, intervistato da 'Il Corriere dello Sport', ha ribadito la volontà di trattenere Chiesa a Firenze.

"Ho detto il giorno della presentazione che Chiesa rappresenta la Fiorentina in nazionale, per me il massimo. Non lo vendo. Se mi offrissero 100 milioni? Neanche. Non abbiamo bisogno di soldi. Mi hanno detto che nel contratto non ci sono clausole che lo liberano. Voglio tenere Chiesa almeno un anno, e quando dico 'almeno', intendo che vorrei tenerlo di più, ma vediamo...". 

Decisiva però potrebbe essere la volontà del ragazzo che, una volta terminati gli Europei Under 21, dovrà decidere se restare alla Fiorentina o insistere per ottenere il trasferimento.

"Se l'ho incontrato? Non ancora. Lo farò nei prossimi giorni, adesso dobbiamo lasciarlo concentrato. Ma lo sentirò presto, ho voglia di conoscerlo. Quando faccio una promessa io la mantengo. Come potrei cominciare la mia avventura a Firenze, vendendo il giocatore che ci rappresenta in Nazionale?".

La sensazione, insomma, è che strappare Chiesa alla nuova Fiorentina sarà tutt'altro che facile. Un grande Europeo e un'offerta a tre cifre però potrebbero improvvisamente cambiare tutto.

Chiesa d'altronde, secondo quanto riporta da 'Sky Sport', avrebbe già un accordo di massima con la Juventus dove andrebbe a guadagnare circa 5 milioni di euro netti a stagione.

Oltre alla Juventus su Chiesa resta vigile anche l'Intersenza escludere il possibile inserimento di qualche top club europeo. Tutti comunque dovranno fare i conti con Commisso: la nuova Fiorentina non svende.

Chiudi