Juventus-Atalanta, le pagelle: Barzagli 10 alla carriera, brilla Ilicic

Commenti()
Getty Images
Le pagelle di Juventus-Atalanta: Barzagli saluta con classe da 10 lo Stadium, Ilicic continua a brillare. Male Ilicic e Gollini.

PAGELLE JUVENTUS

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

SZCZESNY 6.5: Salva il salvabile, rendendo il parziale meno corposo.

CANCELO 6: Spinge, ma senza convinzione. Il tutto, “gigioneggiando” qua e là.

BARZAGLI 10: otto anni e mezzo in bianconero, sedici trofei. Il centrale di Fiesole, tra la commozione generale, si becca la standing ovation dello Stadium. E tra una settimana inizierà una nuova carriera, ancora tutta da scrivere. (61' MANDZUKIC 7: Al rientro dall'infortunio, segna il suo primo goal nel 2019).

BONUCCI 6. Prova anche l'incursione solitaria, tra classe e veemenza atletica.

ALEX SANDRO 5.5: Soffre, e non poco, le incursioni del dirimpettaio. Insomma, solito compitino. (46' BERNARDESCHI 5: Il tempo di beccarsi il rosso).

EMRE CAN 5.5: Pressa tutto e tutti, ma sbaglia passaggi apparentemente semplici.

PJANIC 5: Viaggia, e non è una novità, al piccolo trotto. Qualche bella geometria, male nel lampo orobico.

MATUIDI 5: Un bel tocco e poco altro, quando il contesto diventa aulico emergono i soliti limiti. (84' KEAN SV).

CUADRADO 6: Vorrebbe spaccare il mondo, ma finisce per sbattere ripetutamente contro il muro eretto dalla Dea. Si riscatta parzialmente costruendo il cross del pareggio.

DYBALA 5: Parte con le migliori intenzioni, salvo smarrirsi con il trascorrere dei minuti.

RONALDO 6: Pronti via si divora un goal clamoroso, sale di tono nella ripresa.

PAGELLE ATALANTA

GOLLINI 5: Rovina una prestazione attenta subendo una goffa rete.

HATEBOER 6: Traballa, ma non crolla. Insomma, porta a casa la pagnotta con mestiere.

DJIMSITI 6.5: A differenza dell'andata, non sbaglia quasi nulla: riscattandosi pienamente.

MASIELLO 6.5: Mantiene bene la posizione, non avventurandosi in dinamiche complicate.

CASTAGNE 6: Macina chilometri con profitto, impedendo a Cancelo di sganciarsi in avanti.

DE ROON 6: Il metronomo di una volta per una Dea che non smette di sognare. Nel finale ha la palla dell'1-2: non la ottimizza a dovere.

FREULER 6.5: Degno compagno di De Roon, con quella diga non si passa.

GOSENS 6: Puntuale nelle chiusure e nelle discese palla al piede. (62' MANCINI 6: Entra con la mentalità giusta).

GOMEZ 6.5: Si sacrifica in funzione della coralità, fungendo da pendolo tra le linee. (74' PASALIC SV).

ILICIC 7: Torna a casa con una rete vitale e, soprattutto, con l'ennesimo test di maturità abbondantemente superato. (78' BARROW SV).

ZAPATA 6.5: Sfiora la gioia personale, palesando la consueta straordinaria fisicità.

Chiudi