Juventus, Alex Sandro sempre più involuto: altra pessima prova contro il Barcellona

Commenti()
Getty Images
Il giocatore brasiliano sembra il lontano parente di quello ammirato per due anni in Italia. Allegri comunque lo coccola: "Si sta ritrovando".

Rispetto alla difesa delle ultime stagioni, la Juventus non ha perso solo Bonucci ma, usando un'esagerazione, anche Alex Sandro. Il giocatore brasiliano non è partito come il suo vecchio compagno di reparto, ma sembra comunque irriconoscibile rispetto al terzino a tutta fascia ammirato nei primi due anni in Serie A.

Anche ieri contro il Barcellona, dopo una prima parte di stagione complessivamente deludente, Alex Sandro è stato uno dei peggiori in campo, dividendo questo 'primato' forse solo con Cuadrado. In pagella fioccano i 4,5 a più riprese ed anche i tifosi della Juventus, questa volta, sembrano essersi stancati, beccando con qualche fischio le giocate dell'ex Porto.

A fine partita Massimiliano Allegri ha provato a coccolare e stuzzicare il suo giocatore con queste parole: "È in difficoltà ma si sta ritrovando. Ha fatto benissimo in passato, ora ha fatto due mesi meno bene, oggi ha dato segnali importanti. I tifosi devono comprendere qualche errore."

Però, al netto delle parole doverose del suo allenatore, numeri alla mano la partita di Alex Sandro è stata disastrosa ed il giocatore non sembra in crescita. Prima di tutto c'è un dato che fa capire l'importanza del brasiliano, anche in questo periodo opaco, nella Juventus. Sono ben 64 i palloni che ha giocato ieri contro il Barcellona, più di qualsiasi altro giocatore bianconero, il che vuol dire che la manovra offensiva comincia quasi sempre sulla fascia sinistra.

Il problema è che Alex Sandro non ha saputo sfruttare questi possessi. Come ci racconta Opta, infatti, il giocatore ha effettuato 44 passaggi totali, con una percentuale realizzativa del 70,5%. Media bassissima: basti pensare che Dybala, su 41 passaggi provati, ne ha indovinati il 92,7%. 

In difesa non è andata meglio: il brasiliano ha perso ben 16 palloni, perdendo anche la metà esatta dei duelli totali ingaggiati con gli avversari, ovvero 14. Insomma, i numeri non raccontano mai bugie e la Juventus si trova a dover recuperare un giocatore troppo importante per il suo gioco. Allegri lo sa bene, ma forse la continua alternanza con Asamoah non sta facendo bene quest'anno ad Alex Sandro...

Chiudi